Via Simonini: il Comune di Rimini vieta la circolazione ai non residenti durante le manifestazioni congressuali

_palazzo-del-municipio-riminiRIMINI – Entra in vigore nel mese d’aprile l’ordinanza con cui il Comune di Rimini disciplina l’accesso in via Simonini nelle giornate di svolgimento delle manifestazioni, eventi fieristici o congressuali.

In queste giornate l’ordinanza dispone che sarà vietato l’accesso nella via a partire da 10 ore antecedenti il primo giorno di inizio dello svolgimento della manifestazione, fino a DUE ore successive al termine.

Un divieto da cui sono esentati i soli residenti e coloro che per motivi diversi accedono alle abitazioni dei residenti, come parenti e amici, o per motivi di lavoro. Rimane autorizzato il transito di autobus in servizio di linea, mezzi militari, mezzi della polizia, mezzi dei vigili del fuoco e di altri mezzi di soccorso, taxi, autovetture in servizio di rimessa con conducente. Esentati naturalmente anche le autovetture dei residenti in via Simonini, i mezzi che devono accedere ai cantieri ed alle nuove costruzioni di Via Simonini, i mezzi delle persone con ridotte capacità motorie, i veicoli a due ruote.

Negli orari definiti dall’ordinanza (da 10 ore antecedenti il primo giorno di inizio dello svolgimento della manifestazione, fino a DUE ore successive al termine della manifestazione) sarà il personale di Italian Exhibition Group Spa (Palacongressi) a provvedere a posizionare la segnaletica posta su piantana mobile.

Il provvedimento, dal carattere sperimentale, è stato adottato dal Comune di Rimini per dar risposta alle numerose istanze dei residenti di via Simonini che lamentavano una vera e propria invasione della strada da parte delle autovetture dei congressisti e proprio in questi giorni è in corso una campagna informativa presso tutte le abitazioni dei residenti sulle nuove modalità d’accesso introdotte.