Uno sguardo alla Ferrara degli anni di Ercole I d’Este

non-solo-arte-2016Martedì 22 marzo il nuovo appuntamento del ciclo ‘Non solo arte’

FERRARA – Sarà dedicato alla Ferrara degli anni di Ercole I d’Este il nuovo  appuntamento, a cura di Alberto Andreoli, con il ciclo di conversazioni ‘Non solo arte’ in programma martedì 22 marzo alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea.

La rassegna di incontri è organizzata in collaborazione con l’Istituto superiore di Scienze religiose “Beato Giovanni Tavelli da Tossignano” dell’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
FERRARA 1471
Conferenza di Alberto Andreoli
Rilevante centro itinerario ubicato alla diffluenza di due importanti rami padani, Ferrara nell’autunno del 1471 accolse quale suo nuovo signore Ercole I d’Este. La precoce e definitiva affermazione politica dei marchesi estensi aveva significato per la città, soprattutto a partire dalla fine del Trecento, la sua progressiva trasformazione e promozione in emergente centro di potere signorile: studio universitario dal 1391, sede conciliare nel 1438, la città era stata recentemente interessata da un significativo ampliamento urbano nel suo settore meridionale. A partire da tali premesse, oggetto della conversazione, prenderà avvio il trentennale governo, foriero di inedite soluzioni urbanistiche, del secondo duca estense.