Università di Bologna, Biblioteche aperte fino a mezzanotte

In partenza due nuovi servizi, nati nell’ambito del progetto di riqualificazione della cittadella universitaria e della costituzione di un Sistema Bibliotecario Metropolitano

UNIBO-logo-largeBOLOGNA – Mercoledì 5 ottobre, alle 19.30, presso la Biblioteca Giuridica “Antonio Cicu” del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna, il Rettore Francesco Ubertini, assieme all’Assessore alla Cultura Bruna Gambarelli e alla Presidente della Fondazione del Monte prof.ssa Giusella Finocchiaro, inaugurerà l’apertura serale della prima delle biblioteche della zona Piazza Verdi, coinvolte nel progetto di riqualificazione della cittadella universitaria.

La Biblioteca giuridica “Antonio Cicu” (via Zamboni, 27/29), a partire dal 5 ottobre, oltre al normale orario del sabato, resterà aperta dal lunedì al venerdì dalle 8 a mezzanotte, primo passo del progetto sostenuto dalla Fondazione del Monte, che prevede l’apertura serale di altre biblioteche in zona universitaria (a breve la Biblioteca di Discipline Umanistiche e la Sala studio di Palazzo Paleotti).

In parallelo ai nuovi orari di apertura delle sale studio, sarà disponibile il nuovo servizio di prestito intersistemico cittadino tra tutte le biblioteche dell’Alma Mater e quelle dei Comuni di Bologna, Casalecchio di Reno e San Lazzaro di Savena. In ogni biblioteca dell’Ateneo e dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna, comprese quelle di Casalecchio e San Lazzaro, i lettori potranno richiedere gratuitamente il prestito di un volume, accedendo direttamente dalle Biblioteche di Ateneo all’intero patrimonio bibliografico universitario e comunale. Un nuovo servizio che nasce nell’ambito del progetto per la costituzione di un Sistema Bibliotecario Metropolitano, per dare il via a un insieme di servizi improntati a una logica e a una visione comune, coordinata e condivisa.

L’apertura serale delle biblioteche e il prestito intersistemico cittadino si inseriscono nelle azioni previste dal grazie protocollo d’intesa siglato, la scorsa primavera, da Università e Comune di Bologna che, tra i suoi punti, prevede la costituzione di un Sistema Bibliotecario Metropolitano, con l’obiettivo di migliorare i servizi offerti in base alle esigenze dell’utenza studentesca.