Unibo. La Legge Delrio alla prova: un’istantanea sulle Città metropolitane

Lunedì 7 Novembre 2016, alle ore 11.00, nella Scuola di specializzazione in studi sull’amministrazione pubblica (SPISA), Aula 2 in Via Belmeloro, 10 – Bologna

BOLOGNA – Lunedì 7 novembre 2016, ore 11 – 13, nella Scuola di specializzazione in studi sull’amministrazione pubblica (SPISA) – Aula 2 in Via Belmeloro, 10 – Bologna: LA LEGGE DELRIO ALLA PROVA: UN’ISTANTANEA SULLE CITTA’ METROPOLITANE.

Presentazione dell’Osservatorio nazionale sulle Città metropolitane frutto di un progetto congiunto tra SPISA e Urban@it.

Dopo i saluti del Direttore della SPISA, Franco Mastragostino e un’introduzione di Claudia Tubertini dell’Università di Bologna, Enrico Brighi, Enrico Guarnieri e Roberto Medda, dell’Università di Bologna, illustreranno il sito dell’Osservatorio.

Seguiranno gli interventi dei due direttori scientifici del progetto, Luciano Vandelli e Valentina Orioli, del direttore esecutivo di Urban@it, Walter Vitali e di Marco Monesi, Consigliere delegato della Città metropolitana di Bologna.

Concluderà i lavori Gianclaudio Bressa, Sottosegretario agli Affari regionali e autonomie presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’Osservatorio sulle città metropolitane è un progetto Spisa – Urban@it (Centro nazionale di studi sulle politiche urbane) che fa seguito al corso tenutosi nel 2015 “Le città metropolitane agli esordi: indizi del cambiamento”.

È il frutto del lavoro di tre ricercatori universitari che, in relazione con referenti tecnici indicati dai sindaci, hanno costruito un sito che ha origine da quello di Urban@it (osservatorio.urbanit.it) e che contiene un data base sulle 14 città metropolitane definite dalla legge n. 56 del 2014, la cosiddetta “legge Delrio” (Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina, Catania, Palermo e Cagliari).

Ai dati si può accedere con una doppia chiave di lettura, per città e per aree tematiche. Accanto agli aspetti istituzionali, che in questa fase di avvio della riforma sono molto importanti, l’Osservatorio contiene informazioni aggiornate sulla pianificazione territoriale e urbanistica e sulla pianificazione strategica e l’Agenda urbana delle diverse città, comprendente i principali progetti in corso.

È l’unico strumento con queste caratteristiche disponibile a livello nazionale. Il suo utilizzo e il suo sviluppo può consentire a tutti, cittadini e decisori politici, di controllare lo stato di attuazione della riforma e la sua reale utilità per creare una rete di città capaci di dialogare tra di loro e con altre a livello europeo e internazionale, svolgendo così il ruolo di traino dello sviluppo del Paese che è loro proprio.