Ubriachi alla guida causano incidenti a breve distanza

In viale Italia un’automobilista tampona un veicolo, un altro finisce contro il semaforo. Fermati dalla Municipale: scattano per entrambi denuncia e sequestro del veicolo

polizia-municipale-MODENA – Entrambi ubriachi, entrambi alla guida, entrambi causano incidenti praticamente nello stesso luogo e a pochi metri di distanza l’uno dall’altro.

Ad accumunare i due automobilisti è anche l’epilogo della storia: fermati dalla Polizia municipale di Modena vengono denunciati per guida in stato di ebbrezza e per entrambi scatta anche il sequestro dell’auto.

Dapprima al Comando di via Galilei, domenica 26 novembre verso le 20, giunge la chiamata di un’automobilista che segnala di essere stata tamponata da un veicolo Ford Ka che si è dato alla fuga in zona viale Italia viale Corassori.

La donna ha preso parzialmente nota della targa e atteso l’arrivo della pattuglia.

Poco dopo, il 118 segnala un incidente su viale Italia in cui, all’altezza dell’incrocio con via san Faustino: un’automobile è finita contro il palo semaforico e il conducente pare in stato di ebbrezza.

Giunta sul posto, la pattuglia della Municipale constata che la vettura Saab ha praticamente divelto il semaforo, senza coinvolgere fortunatamente altri veicoli.

Il conducente, italiano e residente in città, rifiuta però di sottoporsi all’alcol test, come prevede in questi casi l’articolo 186 del Codice penale scatta per lui il ritiro della patente e denuncia penale; sarà l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare la sanzione penale (ammenda da 1.500 a 6.000 euro) ed eventuali sanzioni accessorie, la detrazione dei punti e la durata della sospensione della patente da uno a due anni.

A questo punto la storia dei due automobilisti si intreccia, perché mentre gli agenti procedono con gli accertamenti, la signora che aveva segnalato l’incidente con fuga del veicolo riconosce l’auto che poco prima l’ha tamponata, ferma a pochi metri dal semaforo: accanto alla sua Ford Ka la conducente sta cercando di cambiare lo pneumatico.

Si tratta di una 36enne italiana che sottoposta all’alcol test, risulta avere un tasso alcolico superiore a 1,5 e quindi nella fascia più grave individuata dalla legge.

Oltre ad esserle contestata la fuga dopo l’incidente, anche lei viene quindi denunciata per guida in stato di ebbrezza, con conseguente revoca della patente revocata e sequestro dell’auto.