Tutti positivi i dati 2016 delle Istituzioni culturali riminesi

_palazzo-del-municipio-riminiRIMINI – Sono di segno positivo i dati d’affluenza delle Istituzioni culturali riminesi registrati nel 2016.

Sia il Museo della Città, intitolato nell’anno trascorso alla figura di Luigi Tonini, che la Biblioteca civica Gambalunga hanno infatti registrato un aumento delle presenze.

“Un segno – ha commentato l’assessore alle Arti Massimo Pulini – che conforta il lavoro di tutti coloro che, con impegno e passione, mettono a disposizione quotidianamente il proprio lavoro e il proprio sapere affinché le istituzioni culturali di riferimento della Città possano proseguire sempre meglio ad accrescere la qualità della vita della nostra comunità.

Un risultato che – ha proseguito l’assessore Pulini – consolida un percorso che in questi anni abbiamo intrapreso, ovvero quello di rendere costantemente attrattivi e vivibili gli spazi museali e della cultura attraverso un rinnovarsi d’eventi, di mostre, presentazioni come il ricco calendario dell’anno appena trascorso ha dimostrato. E vogliamo leggere in questa costante ascesa numerica il segno del ruolo che le nostre istituzioni, in primis il Museo della Città e la Biblioteca Gambalunga, continuano a godere tra i cittadini che seguono con affetto e interesse le diverse iniziative culturali promosse dal settore durante ogni mese dell’anno.”

Confrontando il numero delle presenze negli ultimi due anni emerge come siano state oltre 40.000 le maggiori presenze registrate nel 2016 rispetto al 2015 quando furono 145.958 i visitatori registrati nel Museo della Città e Domus del Chirurgo, al Museo degli sguardi, alla Galleria dell’Immagine, alla Far e Sala Podestà, al Teatro Galli. Una crescita che ha portato a registrare lo scorso anno 186.367 visitatori che i dati indicano come frutto anche della II edizione della Biennale del Disegno inaugurata nello scorso aprile.

Più nel dettaglio nel 2016 sono stati 31.904 i visitatori del Museo della Città e della Domus del Chirurgo contro i 27.966 registrati l’anno precedente. Positivo anche il numero degli studenti e dei ragazzi che hanno frequentato gli spazi di via Tonini. 25.874 le presenze registrate del 2016 che superano di 2.441 quelle del 2015.

Positivo il dato delle presenze in Biblioteca nel 2016 che con 154.603 utenti ha registrato un incremento rispetto all’anno precedente nonostante i disagi dei lavori in corso legati alla realizzazione dell’impianto di climatizzazione iniziati il 26 aprile e protrattisi fino al 13 luglio, che oltre al disagio hanno comportato anche una chiusura totale del servizio di alcuni giorni. Un sacrificio forse ripagato visto che sono stati proprio i mesi estivi (luglio-settembre) a registrare un aumento delle presenze grazie alle migliorate condizioni ambientali, con un picco nel mese di agosto, che ha registrato un incremento del 34%.