Turismo internazionale, Bologna scalo in maggiore crescita dell’Emilia-Romagna

comune di Bologna logoI paesi più interessati secondo l’analisi di momondo. Emilia-Romagna, una regione nel cuore del turismo mondiale

BOLOGNA – Lo rileva il sito internazionale di ricerca viaggi momondo.it, secondo il quale Bologna, scalo di riferimento della regione, ha segnato negli ultimi tre mesi un’importante crescita di interesse rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

L’analisi ha preso in esame le ricerche di voli effettuate dagli utenti del sito da circa 160 paesi. Il risultato è decisamente positivo, ed evidenzia un aumento di attenzione del 48%, con punte di crescita da parte della Gran Bretagna.

Lieve decremento per l’intera regione, che si attesta con gli altri due scali, Rimini e Parma, sul -1%. Complessivamente, il 77% delle ricerche di voli svolte nell’ultimo trimestre riguarda Bologna, che si conferma così come punto di riferimento per raggiungere l’Emilia-Romagna.

In linea con tale tendenza, momondo.it ha riservato a Bologna un posto di rilievo nella guida alla migliori città europee da visitare nel 2016. Una selezione di mete meno note ma non certo meno affascinanti, da cui lasciarsi accogliere e ispirare.

Bologna tra cultura e divertimento

Ma quali sono le popolazioni che già stanno pensando a Bologna e all’Emilia-Romagna per il prossimo viaggio? Oltre alla Gran Bretagna, prima per percentuale di crescita con un deciso +285%, è la Danimarca a conquistare la seconda posizione tra i paesi con il numero maggiore di ricerche. Per i danesi, l’incremento è del 51%.

Segno positivo anche per la Federazione Russa, al +10%, a conferma dell’interesse dei russi verso la regione. Ad attenderli una città dai mille volti, che non ha nulla da invidiare alle destinazioni più tradizionali. Famosa per la ricchezza culinaria, Bologna riserva ai visitatori i frutti di una storia millenaria e molte occasioni di svago e divertimento.

Ecco che in un ideale itinerario non potrà mancare Piazza Maggiore, con la maestosa Basilica di San Petronio e i palazzi duecenteschi che la racchiudono. Note attrazioni turistiche sono anche la Torre degli Asinelli, tra i campanili più altri d’Italia, e la Fontana del Nettuno, con il suo portato di curiosità e leggende. E poi, l’immancabile aperitivo a base di Spritz e buffet.

Altre mete in Emilia-Romagna

Per quanto in misura inferiore, anche gli altri scali della regione raccolgono l’interesse del turismo internazionale. In particolare, è il piccolo scalo di Parma a segnare una crescita di attenzione, attestandosi su un +40% complessivo. Ancora una volta, è la Gran Bretagna, al +257%, il paese da cui arrivano il numero maggiore di ricerche di voli negli ultimi tre mesi.

Scende invece del 58% il Rimini – San Marino, con un importante segno negativo per la Federazione Russa, qui al -68%. La popolazione russa, in ogni caso, è ancora quella con il più alto numero ricerche nel periodo considerato. Tra i diversi scali, inoltre, è l’unico a conquistare un segno positivo a livello nazionale. Per l’aeroporto di riferimento della Riviera Romagnola, +3% da parte dell’Italia.

Nota metodologica:

Studio comparativo effettuato su 160 paesi. Periodo di riferimento: novembre 2015 – gennaio 2016, in confronto con il trimestre corrispondete 2014 – 2015.