Toccafondo: l’artista per le recensioni di Morsiani

Mercoledì 12 aprile alle 18 alla Biblioteca Delfini si presenta il libro “Cinema di figure”

image_newsMODENA – Durante lo svolgimento della mostra “L’immagine in movimento” personale di Gianluigi Toccafondo, l’artista di San Marino sarà a Modena anche mercoledì 12 aprile alle 18 alla Biblioteca Delfini di Palazzo S. Margherita (corso Canalgrande 103) a una iniziativa pubblica organizzata dalla Biblioteca civica d’arte Poletti.

Toccafondo, infatti, ha illustrato le recensioni cinematografiche di Alberto Morsiani, critico e saggista direttore dell’Associazione Circuito Cinema di Modena, raccolte nel libro “Cinema di figure”, pubblicato dalle Edizioni Galleria Mazzoli.

Il volume sarà presentato da Gian Luca Farinelli, direttore della Fondazione Cineteca di Bologna insieme con Alberto Morsiani, autore dei testi, e Gianluigi Toccafondo, autore delle immagini.

L’incontro, aperto a tutti, si svolge nella sala conferenze dove l’artista, a cui la Galleria Civica di Modena dedica la personale alla Palazzina dei Giardini visitabile fino al 20 agosto, ha realizzato nel 2009 un affresco digitale dedicato ad Antonio Delfini.

Il libro “Cinema di figure” raggruppa una selezione di circa 150 di oltre mille recensioni cinematografiche che Morsiani ha scritto come rubrica settimanale per il quotidiano “Nuova Gazzetta di Modena” dal 1990 al 2016. La selezione è stata fatta cercando di coprire l’intero arco temporale, senza modificare il testo comparso sul giornale, limitandosi a correzioni di routine. Un terzo circa di queste recensioni è stato illustrato da Toccafondo, che ha raffigurato in un ricco continuo coloristico di immagini una particolare sequenza del film di volta in volta scelto. Il libro, che mescola in modo preciso e coordinato testo critico e immagini nel confronto tra forme di espressione diverse ma contigue, entra a far parte della collana di volumi d’artista editi dalla Galleria Emilio Mazzoli di Modena. Il volume, dedicato “a tutte le sale cinematografiche di Modena che non ci sono più, grandi e piccole, all’aperto e al chiuso”, è presentato dalla Biblioteca Poletti, che di queste sale conserva gran parte dei progetti di architettura.

Informazioni web (www.comune.modena.it/biblioteche).