Terremoto, sabato a Reggiolo vertice sugli aiuti reggiani

Provincia di Reggio EmiliaREGGIO EMILIA – Si è messa in moto la macchina reggiana della solidarietà a favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Dopo l’attivazione del conto corrente per raccogliere donazioni pubbliche e private da destinare a progetti a breve e medio termine sia per un aiuto immediato alla popolazione sia per la ricostruzione materiale e sociale delle comunità , per sabato mattina il presidente della Provincia Giammaria Manghi ha promosso un primo incontro operativo con i presidenti delle Unioni ed il sindaco del Comune di Reggio Emilia per concordare le azioni di coordinamento degli aiuti. E sarà proprio Reggiolo, paese reggiano simbolo del terremoto in Emilia del 2012, a ospitare sabato la riunione, alla quale parteciperà anche l’assessore alla Ricostruzione post-sisma della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi.

L’appuntamento è per le 9 di sabato 27 agosto all’auditorium Aldo Moro, nelle ex scuole medie di via Regina Margherita. Subito dopo, alle 10.30, gli stessi Manghi e Costi parteciperanno, insieme al sindaco Roberto Angeli, all’inaugurazione del condominio Paisiello, nell’omonima via, dichiarato inagibile in seguito alle scosse del 2012, demolito e ora ricostruito ed in grado di ospitare 24 famiglie, oltre 70 persone. “Un evento che evoca un profondo significato di speranza, che vorremmo idealmente inviare alle popolazioni dell’Italia centrale così pesantemente colpite dai terremoti di queste ore”, commenta il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi.

Come effettuare le donazioni

Donazioni pubbliche e private vengono raccolte sul conto intestato a “La Provincia di Reggio Emilia per le emergenze e la solidarietà “, attivo presso la filiale Unicredit di via Emilia Santo Stefano 18/e con le seguenti coordinate Iban: IT 12 I 02008 12800 000100658213. Nella causale è necessario indicare “Terremoto Centro Italia 2016”: le somme versate saranno destinate a progetti di assistenza e ricostruzione seguiti direttamente dalla Provincia di Reggio Emilia.

“Così come è avvenuto in passato, la Provincia di Reggio Emilia intende coordinare e gestire direttamente le donazioni offerte da Comuni, associazioni e cittadini, nel segno della massima trasparenza, realizzando progetti concreti e tangibili, come la ricostruzione di un asilo o di una scuola, che concorderemo con un Comune tra quelli maggiormente colpiti”, sottolinea il presidente Giammaria Manghi.