Terremoto Centro Italia: Ingegneri riminesi in prima linea nella gestione dell’emergenza

ingegneri-terremotoRIMINI – I drammatici eventi sismici che hanno colpito Lazio, Umbria e Marche hanno visto, sin dalle prime ore del 24 agosto, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Rimini in prima linea nelle operazioni di Protezione Civile.

Gli ingegneri che si sono recati nelle zone colpite, fino a oggi sono ben 28, con turni da 8 giorni ciascuno. L’attività, che si svolge su base volontaria e quindi senza alcun compenso, è delicata e altamente specialistica e necessita di una formazione specifica oltre la laurea: una volta sul campo i colleghi acquisiscono presso i Centri di Coordinamento della Protezione Civile le richieste di sopralluogo e procedono alle verifiche di agibilità.

Compilando la SCHEDA AEDES, gli edifici sono classificati secondo gli esiti della valutazione e questo consentirà a proprietari e ai Comuni di conoscere lo stato effettivo degli immobili e ai proprietari di poter tornare oppure no nelle proprie abitazioni.

L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Rimini è Struttura Operativa di Protezione Civile e, tramite il Responsabile Operativo Ing. Simona Cola, si inserisce nel complesso sistema della gestione nazionale delle emergenze mettendo a disposizione professionisti altamente qualificati che prestano il proprio contributo a titolo gratuito e con un grandissimo senso civico, in situazioni delicate e spesso disagiate.

(Nella foto, alcuni professionisti che hanno svolto tale attività e che l’Ordine ha voluto premiare con un riconoscimento durante la consueta cena degli auguri di fine anno)