Tangenziale di Modena, autovelox in funzione dal 25 luglio

È terminata la sperimentazione. L’apparecchio si trova nei pressi dell’uscita 6 che porta al cavalcavia di via Nonantolana

comune di Modena logoMODENA – Lunedì 25 luglio entra a tutti gli effetti in funzione l’autovelox fisso collocato sulla tangenziale Carducci; da quel giorno, quindi, le rilevazioni effettuate daranno luogo alle contestazioni degli illeciti legati al superamento del limite di velocità, come previsto dal Codice della Strada.

È infatti terminato il periodo di sperimentazione che durante lo scorso mese era stato interrotto per consentire nuovi test sul sistema di collegamento telematico da remoto. Messo a punto il sistema, consolidata nelle scorse settimane anche la piazzola dove è collocato l’apparecchio e terminata la sperimentazione, l’autovelox è pronto per essere attivato.

Lo fa sapere il Comando della Polizia municipale di via Galilei che raccomanda prudenza alla guida e rispetto del limite di velocità, che in quel tratto della tangenziale è di 70 chilometri all’ora.

L’autovelox, che si trova sulla carreggiata in direzione Bologna, nei pressi dell’uscita 6 che porta al cavalcavia di via Nonantolana, prima dell’inizio della tangenziale Pasternak, misurerà la velocità dei veicoli in transito sulla carreggiata, non sulla rampa di uscita. È segnalato da tre coppie di lampeggianti, rispettivamente 1 chilometro, 700 metri e 300 metri prima della postazione di rilevamento della velocità. L’installazione dei cartelli di avviso è avvenuta in occasione di un più complessivo intervento sulla segnaletica verticale nell’anello delle tangenziali, che è stata aggiornata secondo le più recenti normative.