Studenti dell’Università di Parma svettano alla fiera delle imprese simulate di KarIsruhe

Carlotta Magri e Oleksandra Melnyk prima e terza al Business Challengecomune di Parma logo

PARMA – Ottimo risultato per gli studenti del Laboratorio di simulazione d’impresa dell’Università di Parma (Dipartimento di Economia) alla Fiera internazionale delle imprese simulate di Karlsruhe. Carlotta Magri e Oleksandra Melnyk di Bec Simulimpresa Unipr si sono classificate rispettivamente prima e terza nei loro team di appartenenza al Business Challange della fiera, che si è svolta dal 17 al 19 novembre in Germania.

L’appuntamento di Karlsruhe ha permesso agli studenti di Parma di confrontarsi con colleghi di altri paesi del mondo, e ha offerto loro la possibilità di vedere da vicino tante diverse imprese simulate consentendogli di sviluppare con esse una significativa rete di contatti commerciali. Al di là dei risultati del Business Challenge, comunque, per gli studenti si è trattato di un’occasione importante proprio in chiave formativa; e anche ai docenti accompagnatori la fiera ha offerto l’opportunità di prendere contatti con professori di altre università che applicano la metodologia della simulazione di impresa, per eventuali futuri scambi delle rispettive esperienze.

Quest’anno la simulazione d’impresa del Dipartimento di Economia si è incentrata sul modello cooperativo, del quale gli studenti hanno sperimentato le peculiarità fondative, amministrative e gestionali. Nel solco della collaudata collaborazione tra il Dipartimento di Economia e Legacoop, e grazie al contributo di Coopfond, gli studenti hanno sperimentato la costituzione di un’impresa in tutte le sue fasi: la partecipazione alla Fiera internazionale di imprese simulate è stata una delle tappe del progetto.

Tra gli obiettivi: il rafforzamento della connessione tra i sistemi dell’istruzione, della formazione professionale e dell’imprenditoria; la diffusione della cultura di impresa cooperativa come modello sostenibile attento all’equilibrio economico, al rispetto delle persone e della comunità; la promozione dello sviluppo dello spirito imprenditoriale nei giovani quale condizione necessaria alla creazione di lavoro e attività professionali innovative.