Studenti americani in visita all’Ospedale dei Bambini e all’Università di Parma

STUDENTI AMERICANI IN VISITA ALL’OSPEDALE DEI BAMBINI E ALL’UNIVERSITÀ DI PARMAPARMA – Un gruppo di 15 studenti di diverse università nordamericane ha visitato nei giorni scorsi l’Ospedale dei Bambini “Pietro Barilla” dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, nel contesto di una serie di visite alle strutture sanitarie e socio-assistenziali di eccellenza emiliano-romagnole.

Il nutrito gruppo di studenti statunitensi si trova per un semestre di studio in Italia presso l’organizzazione internazionale University Studies Abroad Consortium (USAC) che ha organizzato – per il secondo anno consecutivo – un corso universitario in “Salute Pubblica, Salute Globale e Analisi dei Sistemi Sanitari” tenuto da docenti dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e dell’Università degli Studi di Parma. Tra questi il Prof. Carlo Signorelli, Ordinario di Igiene, e la Dott.ssa Anna Odone, dottoranda di ricerca.

Gli studenti, accompagnati durante la visita dal Dott. Bertrand Tchana, cardiologo pediatra dell’Ospedale dei Bambini, e dai medici della Direzione Sanitaria Dott. Pietro Manotti e Dott. Antonio Ferrari, hanno potuto approfondire i modelli organizzativi e di cura di una struttura di nuova concezione del Servizio Sanitario Nazionale.

Nella seconda parte della mattinata, all’Unità di Sanità Pubblica del Dipartimento di Scienze Biomediche, Biotecnologiche e Traslazionali dell’Università di Parma, la Prof.ssa Lorella Franzoni, Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Ateneo, ha tenuto un seminario in cui sono state presentate le attività in ambito di salute globale svolte dal Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale (CUCI), alla presenza delle Prof.sse Cesira Pasquarella e Maria Luisa Tanzi.

Per gli studenti americani si è trattato senz’altro di un’ottima opportunità di formazione “sul campo” attraverso un’iniziativa che, come altre del genere, va nella direzione dell’internazionalizzazione delle esperienze di eccellenza locali favorendo la diffusione di modelli formativi, di ricerca e di assistenza di successo.