Sport. I millenial del calcio si sfidano a Bologna. Dal 28 marzo al 2 aprile la terza edizione di ‘We love football’

foto1Bonaccini: “Lo sport giovanile come mezzo di dialogo tra culture diverse e strumento per promuovere corretti e sani stili di vita”. Presentata in Regione la terza edizione del torneo di calcio maschile e femminile under 15 ideato da Marco Antonio De Marchi, storica bandiera rossoblù. Semifinali e finali allo stadio ‘Renato Dall’Ara’

BOLOGNA – I millenial del calcio arrivano a Bologna per la terza edizione di ‘We love football’, il torneo under 15 ideato da Marco Antonio De Marchi, storica bandiera rossoblù. Dal 28 marzo al 2 aprile, 8 nazioni e 24 squadre (16 maschili e 8 femminili) si affronteranno per aggiudicarsi il trofeo.

La kermesse sportiva è stata presentata venerdì 16 marzo  nella sede della Regione Emilia-Romagna dal presidente, Stefano Bonaccini, dall’ideatore di ‘We love football’, Antonio De Marchi, dall’ad del Bologna FC, Claudio Fenucci, dall’incaricato diocesano per la Pastorale dello sport, don Massimo Vacchetti, e dal presidente di Oblivion production srl, Stefania Tschantret.

foto 2“Lo sport è passione, emozione– ha commentato il presidente Bonaccini-. Permette a tutti, dai bambini agli adulti, dai dilettanti ai professionisti, di condividere valori che sono e devono essere il collante della società civile: lealtà, rispetto per chi hai di fronte, gioco di squadra. Per questo mi fa particolarmente piacere ospitare in Regione la presentazione di ‘We love football’. Un torneo di calcio che coinvolge ragazzi e ragazze adolescenti, under 15, promuovendo comportamenti e stili di vita sani e corretti per costruire generazioni solidali, baluardo delle nostre comunità contro l’esclusione e l’emarginazione sociali. Lo stesso spirito- ha concluso Bonaccini- che ci ha spinto come Regione a tornare a investire nello sport e nella pratica motoria, sostenendo associazioni e società sportive e finanziando con 20 milioni di euro l’ampliamento, la riqualificazione di impianti e la realizzazione di nuovi spazi per fare sport in Emilia-Romagna”.

“Anno dopo anno, con tanta passione, cerchiamo di far crescere ‘We love football’– ha sottolineato De Marchi-, evento di punta di un progetto di vita più ampio come Generazione F. L’idea è che i calciatori professionisti debbano essere dei modelli per i giovani. Per l’edizione 2018 del torneo abbiamo instaurato diverse partnership con realtà locali e nazionali, tra cui Wyscout, azienda leader nell’ambito dello scouting professionistico, che rispecchia a pieno i nostri valori”.

Il torneo

Sedici le squadre del torneo maschile che si affronteranno: Juve, Inter, Roma, Atalanta, Ajax, Flamengo, Montreal Impact, Genk, Sampdoria e i giapponesi dello Shonan Bellmare. Tutto italiano il torneo femminile che vedrà scendere in campo: Cesena, Bologna, Inter, Venezia, Perugia, Roma, Verona e Udinese.

Le gare della manifestazione si disputeranno sui campi di Corticella, Castenaso, Monte San Pietro e Zola Predosa. Le semifinali e le finali verranno giocate nello stadio Dall’Ara.

(foto della presentazione del torneo in Regione)