Sport. Calcio, premiazione doppia oggi a Sassuolo (Mo) per la formazione femminile promossa in serie A e per la conquista della Viareggio Cup della Primavera maschile

“Il cielo è rosA, sopra Sassuolo”e “Un trofeo che apre le porte al futuro”: due targhe consegnate dal presidente Stefano Bonaccini e dal sottosegretario Andrea Rossi all’ad della società Giovanni Carnevali alla presenza di staff tecnico, giocatrici e giocatori

foto1BOLOGNA – Ventidue partite vinte su ventisei giocate e una sola persa, 102 gol fatti e solo 15 quelli subiti. Campionato da incorniciare per la formazione femminile del Sassuolo Calcio che ha portato la squadra alla massima serie calcistica con la promozione in A.

Non da meno l’impresa della Primavera maschile della società neroverde, che dopo aver battuto formazioni blasonate come Fiorentina, Inter e Torino si è aggiudicata la Viareggio Cup, giunta alla 69^ edizione, portando per la prima volta l’ambito trofeo del calcio giovanile internazionale al Sassuolo.

foto2Due traguardi per i quali la Regione Emilia-Romagna ha deciso altrettanti riconoscimenti: due targhe consegnate nel corso di una cerimonia che si è svolta a Sassuolo, nell’auditorium di Confindustria Ceramica, alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sottosegretario regionale alla Presidenza della Giunta, Andrea Rossi, del sindaco di Sassuolo, Claudio Pistoni, dell’ad, Giovanni Carnevali e del presidente, Carlo Rossi, dell’U.S. Sassuolo Calcio, dello staff tecnico e, soprattutto, delle giocatrici e dei giocatori delle due squadre.

“Il cielo è rosA, sopra Sassuolo: un grande risultato frutto di impegno, costanza, determinazione”, recita la prima targa che sottolinea l’obiettivo centrato dalle ragazze allenate da Federica D’Astolfo. “Un trofeo che apre le porte al futuro… a tinte neroverdi”, si legge in quella consegnata ai ragazzi della Primavera allenati da Paolo Mandelli.

“Abbiamo approvato due giorni fa la nuova legge regionale sullo sport- afferma foto3Bonaccini- che, nei suoi 19 articoli, ribadisce la volontà della Regione di promuovere l’attività motoria proprio a partire dai giovani, nessuno escluso e senza discriminazioni, perché sviluppino stili di vita corretti e vivano una realtà vera e meno virtuale. È quindi per me motivo di orgoglio consegnare questi riconoscimenti a una squadra femminile, che ha raggiunto un obiettivo prestigioso, e alla formazione maschile Primavera che ha portato per la prima volta al Sassuolo la Viareggio Cup, trofeo che vanta nel suo albo d’oro squadre che hanno scritto la storia del calcio italiano ed europeo.

Mi auguro che le vostre imprese- prosegue il presidente– siano di esempio e traino per altri ragazzi e ragazze come voi. Certo è che rappresentano il coronamento di un ottimo lavoro portato avanti dal Sassuolo calcio, società che opera con grande serietà e impegno, verso la quale ho grande stima e con la quale, peraltro, collaboriamo per il secondo anno consecutivo nell’organizzazione della fase finale del Campionato Primavera, dal 4 all’11 giugno negli stadi di Carpi, Reggio Emilia e Sassuolo. Da parte nostra, siamo impegnati a dare sempre più spazio allo sport. Quest’anno destiniamo 20 milioni di euro per gli spazi e l’impiantistica, proprio perché sappiamo che per avvicinare i giovani all’attività sportiva dobbiamo avere luoghi idonei, moderni e sicuri”.

“Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti dalle squadre e del riconoscimento della Regione– aggiunge il sindaco, Pistoni-. Il Sassuolo Calcio offre una bella immagine e ci aiuta a fare conoscere le nostre forze migliori. Ora l’obiettivo è il progetto del nuovo centro sportivo”.

“Ricevere questi premi dalla Regione ci inorgoglisce– sottolinea l’ad Carnevali-. Grazie al lavoro di squadra di tutto il gruppo, la vera forza del Sassuolo Calcio, si possono ottenere grandi risultati, come dimostrano i traguardi raggiunti. Il settore giovanile è per noi centrale e il nostro impegno è quello di proseguire per competere a livelli sempre più alti”.

(foto delle premiazioni)