“Sorriso quotidiano – racconti attorno alle edicole modenesi”

conferenza stampa sorriso quotidiano sinagi edicole 150216Presentata in Municipio l’antologia dei testi che hanno partecipato al contest di “Edicola Amica” del Sinagi. Attestati per Grambone, Crasti, Poletti e D’Alonzo

MODENA – È stata presentata a Palazzo Comunale ieri mattina, lunedì 15 febbraio, l’antologia “Sorriso quotidiano – racconti attorno alle edicole modenesi”, pubblicata da Damster edizioni. Il volume raccoglie tutti i 50 elaborati arrivati alla redazione di Edicola Amica nell’ambito del contest letterario lanciato dal Si.Na.Gi (Sindacato nazionale giornalai d’Italia) di Modena con patrocinio del Comune di Modena, conclusosi lo scorso gennaio. I testi dovevano avere per protagonista un edicolante o comunque avere come ambientazione una edicola di Modena e provincia.

Alla presentazione hanno preso parte l’assessore comunale alle Attività economiche Tommaso Rotella, l’editore di Damster Massimo Casarini, il segretario del Si.Na.Gi. (Sindacato nazionale giornalai) di Modena Giuliano Barbieri, la coordinatrice provinciale del Si.Na.Gi Elisa Paoletti e diversi degli autori che hanno partecipato.

Nell’occasione sono stati decretati i tre vincitori, uno per ciascuna delle sezioni del Contest letterario, scelti da una giuria composta di rappresentanti delle istituzioni, di quotidiani locali e della redazione di www.edicolamaica.it: per il “Racconto in italiano”, ha vinto Graziano Grambone di Modena, con “La casa dell’arcobaleno”; per la categoria “Poesia” ha vinto Giulia Crasti di Modena, con “Il chiosco”; per il miglior “Testo in dialetto”, è stato scelto “L’edicola”, scritto da Sergio Poletti di San Martino Spino. Un quarto riconoscimento con menzione speciale è andato al racconto “L’età d’oro del materiale cartaceo” di Massimo D’Alonzo di Sestola.

“Siamo lieti dell’esito particolarmente felice di questa iniziativa patrocinata dall’Amministrazione – ha detto l’assessore Rotella – perché conferma da un lato la creatività e la capacità di relazione degli edicolanti con i cittadini modenesi, e dall’altro perché sottolinea l’importanza di quel “sorriso quotidiano” che i commercianti offrono in più oltre alle merci, entrando così positivamente nell’immaginario dei clienti abituali e di chi arriva da fuori”.