Smart Cities, ad Ecomondo le esperienze di Portland e San Leandro (UA)

Progetti per la Guida Autonoma e mobilità on demand, superstrade a fibra ottica e centri “Zero Net Energy”: già realtà nelle città capofila dei progetti federali del Global Cities Team Challenge, programma lanciato dall’amministrazione Obama

ECOMONDORIMINI – Ad Ecomondo-Key Energy, dal 7 al 10 novembre alla Fiera di Rimini, la scommessa sulla città del futuro prende forma con l’evento faro Circular & Smart Cities, in programma mercoledì 8 novembre, al quale prenderanno parte tecnici e amministratori delle città statunitensi di Portland (Oregon) e San Leandro (California), municipalità capofila negli Usa dei progetti sulla Mobilità ed Energia/Rifiut/Acqua.

Per la prima volta, un’occasione di confronto Usa-Italia sull’applicazione dei concetti di economia circolare in ambito urbano supportata dalle moderne tecnologie sempre più utilizzate, quali l’Internet of Things e l’analisi dei Big Data.

“Portland e San Leandro, oltre ad essere città-modello per le soluzioni di sostenibilità, giocano un ruolo importante nell’implementazione del Global Cities Team Challenge (GCTC), ovvero il programma governativo Smart Cities lanciato negli Stati Uniti in epoca amministrazione Obama per favorire l’implementazione di soluzioni di sostenibilità avanzate, principalmente basate su Internet of Things, a livello urbano” spiega il professor Gian Marco Revel del comitato scientifico di Ecomondo.

DA PORTLAND GUIDA AUTONOMA E MOBILITA’ ON DEMAND

Con una popolazione che sfiora i seicentomila abitanti, Portland è la ventottesima città più popolosa degli Usa. “Portland e la contea di Multnomah – spiega Kristin Tuft della Portland State University, che sarà presente a Ecomondo – lavorano da tempo sul fronte della sostenibilità ambientale, per l’energia rinnovabile e la riduzione delle emissioni di carbonio. Il piano d’azione sul clima del 2015 prevede di ridurre le emissioni di carbonio locali dell’80% e di arrivare al 100% di utilizzo di fonti rinnovabili entro il 2050”.

Tra i progetti coordinati da Portland come SuperCluster per il settore trasporti, di rilievo il lavoro intorno all’introduzione di veicoli a Guida Autonoma per le città. L’Agenzia regionale dei trasporti TriMet sta cercando di ottenere fondi federali da investire sulla Mobilità on demand, mentre la municipalità di Portland ha investito sull’utilizzo di sensori e su un piano di azione regionale.

SAN LEANDRO, UNA SUPERSTRADA A FIBRE OTTICHE PER LA CONNESSIONE PIU’ VELOCE NEGLI USA

Al convegno Circular & Smart Cities anche la sindaca di San Leandro – città di 87mila abitanti nella baia est di San Francisco – Pauline Cutter.

San Leandro, che coordina il SuperCluster su Energia/Rifiuti/Acqua, vanta il primato di prima città (2013) con un Zero Net Energy Center.

“Grazie alla partnership tra il sindacato dei lavoratori del settore elettrico e l’associazione nazionale degli elettricisti – spiega la prima cittadina di San Leandro – una ex fabbrica industriale è stata trasformata in un centro di formazione per elettricisti e oggi ospita eventi nell’ambito della bioedilizia”.

“L’internet of things – continua Pauline Cutter – è già realtà a San Leandro, con luoghi di lavoro abilitati alla teleconferenza e sistemi di controllo remoto per i sistemi di costruzione comunali”.

Ma il progetto che ha già reso San Leandro “città del futuro” è Lit San Leandro, che ha visto insieme partner pubblici e privati per la costruzione di 18 miglia di rete a fibre ottiche a 10 gbps, che collega le imprese di San Leandro a Internet su una connessione di 2.000 volte più veloce di quello che la maggior parte degli americani sperimenta. Lit San Leandro nasce dalla collaborazione con l’azienda privata OSIsoft, per costruire la superstrada di telecomunicazioni di San Leandro del 21 ° secolo.

“Questa collaborazione – sottolinea la sindaca – ha fornito alla Città un potente strumento di sviluppo economico che abbiamo utilizzato per attirare milioni di dollari di nuovi investimenti e di imprese a San Leandro”.

Lit San Leandro ha permesso anche l’accesso a Internet veloce alle istituzioni scolastiche e della cultura, come la Biblioteca pubblica e il Distretto scolastico. I siti scolastici beneficiano della connessione più veloce in commercio attualmente negli USA, consentendo ai giovani di San Leandro di accedere alle risorse tecnologiche più avanzate.

Coinvolta nei progetti di Lit San Leandro anche ZipPower, società italiana fondata dal forlivese Alberto Colombo che ha vinto un bando della California Energy Commission per un progetto di generazione e gestione di energia verde.

Al Convegno Circular & Smart Cities prenderà parte anche l’euro parlamentare Simona Bonafé. Previsti anche gli interventi del sindaco di Rimini Andrea Gnassi, del sindaco di Pesaro e Vice-Presidente Nazionale ANCI Matteo Ricci, e le testimoniane di Maria Cristina Farioli, Director Business Development IBM Italia, Maurizio Venturi, Executive IT Architect,IBM Italia, Giuseppe Sola, Responsabile Data Monetization Solutions, OLIVETTI, Gruppo TIM, Marcoandrea Muzzatti, Energy Manager, Gruppo CAP. In apertura, il prof. Maurizio Tira, Rettore dell’Università di Brescia e Presidente del Centro Nazionale Studi Urbanistici.