Sistema metropolitano a sostegno delle donne vittime di violenza

comune di Bologna logoMercoledì firma dell’Accordo fra istituzioni e associazioni

BOLOGNA – Nel quadro delle funzioni attribuite dalla legge n. 56/2014 in tema di “promozione e coordinamento dello sviluppo economico e sociale e quella di “promozione delle pari opportunita”, il Consiglio metropolitano ha approvato la convenzione quadro per la collaborazione istituzionale fra Città metropolitana, Unioni e singoli Comuni dell’area Bolognese che prevede la possibilità di attivare forme di collaborazione strutturata in ambiti di interesse sovra comunale anche attraverso il coinvolgimento dei privati, razionalizzando l’uso delle risorse pubbliche.

Successivamente, i sette distretti hanno approvato l’ “Accordo Attuativo per la realizzazione in ambito metropolitano di attività di ospitalità in pronta accoglienza, ospitalità in casa rifugio e consulenza, ascolto e sostegno per donne che hanno subito violenza”, in cui si prevedono azioni in collaborazione con le associazioni attive sul territorio.

La sottoscrizione formale tra Enti ed Associazioni dell’ “Accordo di ambito metropolitano per la realizzazione di di attività ed interventi di accoglienza, ascolto ed ospitalità per donne che hanno subito violenza” avrà luogo

Mercoledì 16 dicembre alle ore 12.30
nella sala Rossa di Palazzo Malvezzi, sede della Città metropolitana di Bologna
(via Zamboni 13)

I sottoscrittori per gli enti locali saranno:
Virginio Merola, sindaco Città metropolitana-Comune Bologna; Daniele Manca, sindaco Comune Imola-presidente Nuovo Circondario Imolese; Massimo Bosso, presidente Unione Comuni Valli del Reno, Lavino, Samoggia (Capofila distretto Casalecchio); Sergio Maccagnani, presidente Unione Reno Galliera (Capofila Distretto Pianura Est); Renato Mazzuca, presidente Unione Terre d’Acqua (Capofila Distretto Pianura Ovest); Romano Franchi, presidente Unione Comuni Appennino (Capofila Porretta); Isabella Conti, sindaco Comune San Lazzaro (Presidente distretto San Lazzaro).

Per le associazioni saranno:
Susanna Zaccaria, presidente della Casa delle Donne per non subire violenza; Loretta Michelini, presidente di Mondo Donna; Maria Rosa Franzoni, presidente di Per le Donne; Luisa Vigetti, presidente di Sos Donna; Katia Graziosi, presidente di Udi; Tiziana Dal Pra, presidente di Trama di Terre.