Settimana di controlli per la Polizia Municipale di Piacenza, 187 le violazioni accertate

polizia-municipale-PIACENZA – A partire da lunedì 9 ottobre, sono stati intensificati i controlli della Polizia Municipale per contrastare l’abusivismo commerciale, l’accattonaggio molesto, la presenza di parcheggiatori abusivi, nonché il transito e la sosta di veicoli non autorizzati nella zona a traffico limitato e nelle frazioni.

In particolare, tutte le Sezioni del Comando di via Rogerio hanno effettuato, per la propria competenza, servizi mirati nelle zone adiacenti alla stazione ferroviaria, nelle vie del quartiere Roma, in centro storico e nelle aree verdi.

Sono stati inoltre disposti specifici controlli in via XX Settembre e, per il monitoraggio dei mezzi pesanti, nelle frazioni.

Nel corso della settimana, nelle zone urbane in questione sono state complessivamente accertate 187 violazioni di varia natura.

Sono stati 112 i veicoli sanzionati per soste abusive e irregolari in centro storico, 12 i transiti non autorizzati verificati dai posti di controllo in piazza Cavalli e 9 i verbali contestati per le violazioni alle norme di comportamento del Codice della strada.

In via XX Settembre, per il transito irregolare dei velocipedi, sono stati sanzionati 23 ciclisti.

Nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, gli agenti del Nucleo Nost hanno accertato una violazione per l’attività di parcheggiatore abusivo, a carico di un cittadino straniero di nazionalità senegalese per il quale è stato operato un Ordine di allontanamento, a seguito dei pattugliamenti nella zona adiacente all’Ospedale Civile.

Durante un controllo per i transiti irregolari dei velocipedi in via XX Settembre, un cittadino straniero di nazionalità nigeriana è stato accompagnato per le operazioni di identificazione e per i provvedimenti relativi alla regolarità dei documenti per l’immigrazione.

Nella serata di mercoledì 4 ottobre, durante il servizio di controllo del territorio, la pattuglia del Nost ha effettuato verifiche su una Toyota Celica con targa bulgara: non solo la revisione dell’auto era scaduta, ma il relativo documento esibito dal conducente presentava elementi di difformità per cui si sta procedendo nei confronti del proprietario.

I vari accertamenti tramite banche dati nazionali e internazionali hanno poi fatto emergere l’intestazione fittizia del veicolo straniero, per cui il conducente è stato sanzionato anche ai sensi dell’articolo 94 bis del Codice della Strada.

Sempre nei giorni scorsi, è stata verificata una delle varie segnalazioni del gruppo di vicinato della Besurica relativa alla presenza nel quartiere di un veicolo “sospetto”: a seguito del controllo, il mezzo è stato sequestrato e il proprietario sanzionato per la mancata copertura assicurativa.