In servizio da oggi a Parma i nuovi autobus della linea 7

Porte USB, Wi-Fi, spazi più ampi per passeggeri disabili e carrozzine per bambini

2017 01 28 Pizzarotti Folli inaug bus linea 7-1PARMA – Al via il nuovo assetto della linea urbana n.7, il servizio di trasporto pubblico che attraversa la città da nord a sud facendo la spola tra il Campus universitario e il parcheggio scambiatore nord nel pressi del casello autostradale di Parma, con prolungamento a S.Polo di Torrile e Colorno.

Da oggi, infatti, sono operativi sulle strade di Parma i nuovi autobus autosnodati, già presentati da Tep nel mese di dicembre. Si tratta di 12 Solaris Urbino (di cui 7 in servizio su questa linea), lunghi 18 metri.

2017 01 28 Pizzarotti Folli inaug bus linea 7-3A inaugurare i nuovi mezzi, questa mattina, erano presenti il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, l’assessore alla Mobilità e Ambiente Gabriele Folli, insieme al presidente di Tep Antonio Rizzi e al vicepresidente Mirko Rubini.

“In questi giorni – ha spiegato il primo cittadino, Federico Pizzarotti, – abbiamo ricevuto diverse richieste da parte dei cittadini circa l’attivazione dei nuovi mezzi sulla Linea 7. Si tratta di un bel segnale che testimonia come ci sia voglia da parte della gente di utilizzare servizi pubblici più comodi e con nuovi comfort”.

“L’idea dei mezzi da 18 metri – precisa l’assessore alla mobilità e ambiente Gabriele Folli – è nata qualche anno fa a seguito di una visita nella cittadina francese di Nantes, nell’ambito del progetto Civitas. I nuovi mezzi, già attivi sulla Linea 5, hanno testimoniato il loro gradimento da parte dell’utenza che è aumentata del 20 %. L’Amministrazione è interessata a investire nei nuovi mezzi su una Linea strategica come quella servita dal 7 che sarà migliorata grazie a nuovi optional come le porte USB ed il WI – FI a bordo dei mezzi e ad uso degli studenti che la utilizzano. Nei prossimi mesi il progetto di dotare di nuovi mezzi da 18 metri le linee di bus della città coinvolgerà la Linea 6 che è la seconda linea con il maggior numero di passeggeri a Parma, dopo la linea 5”.

Il presidente Tep, Antonio Rizzi, ha rimarcato come il piano strategico dell’azienda Tep Spa sia quello di portarla verso il nuovo millenio affrontando le sfide legate alle nuove tecnologie. “Vogliamo bus al passo con i tempi – spiega il presidente Tep – ed al passo con l’innovazione tecnologica in atto, per fare in modo che gli utenti trovino l’uso dell’autobus più comodo e sicuro, per fornire un servizio di eccellenza e che abbia una appeal sugli utenti in modo che abbandonino l’uso dei mezzi privati a favore di quelli pubblici”.

Soddisfazione è stata espressa dal vice presidente Tep, Mirko Rubini, “per un progetto avviato due anni fa e che giunge oggi a conclusione”.

Le caratteristiche

I nuovi mezzi da 18 metri hanno 40 posti a sedere e 118 posti in piedi, per una capienza totale di 158 passeggeri. Le nuove vetture, particolarmente luminose e confortevoli, offrono anche, tra i servizi di bordo, 8 porte USB per la ricarica di smartphone e tablet e il WI-FI gratuito per navigare in rete, in servizio in via sperimentale dalle prossime settimane.

A “testare” le dotazioni per i passeggeri con disabilità durante il viaggio inaugurale era presente anche Matteo Salini, gestore insieme a Jessica Borsi del sito Parmaccessibile.it, il servizio che valuta la reale accessibilità di servizi e locali commerciali sul territorio. Il progetto Parmaccessibile è sostenuto e promosso anche da ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili), una delle più importanti realtà italiane di tutela dei disabili.

Sui nuovi autobus, infatti, gli spazi sono stati suddivisi per la prima volta in modo da prevedere una postazione per passeggeri in carrozzella separata dall’area di stazionamento per passeggini e carrozzine per bambini.

Il tratto urbano della linea 7 potrà essere interamente abilitato al trasporto dei passeggeri in carrozzella non appena sarà completato, a cura di SMTP e dell’Università di Parma, il progetto di adeguamento delle fermate all’interno del Campus universitario. Il tragitto di questa linea è stato riprogettato a partire dallo scorso mese di luglio e oggi serve l’Università Sud, la zona del Lungoparma, la stazione e il parcheggio scambiatore nord presso il casello autostradale di Parma, raggiungendo in prolungamento i comuni di Torrile e Colorno.

L’acquisto dei nuovi bus ha richiesto un investimento di oltre 3,5 milioni di euro (€ 298.000 per ogni bus) totalmente finanziati da TEP