Serramazzoni, il Festival della Fisarmonica

Da venerdì 22 a domenica 24 luglio concerti e il concorso con 100 musicisti

Festival della Fisarmonica a SerramazzoniSERRAMAZZONI (MO) – Serramazzoni da venerdì 22 a domenica 24 luglio sarà la capitale della fisarmonica con un programma di concerti, workshop, esposizioni di strumenti e il primo Concorso internazionale di Fisarmonica e composizione musicale per fisarmonica “Bruno Serri”, maestro di musica di Serramazzoni che ha avviato decine di ragazzi tra cui il fisarmonicista Tiziano Chiappelli, tra gli organizzatori dell’evento.
L’iniziativa è promossa dal Comune, in collaborazione con il Salotto culturale Aggazzotti e S.a.i universitaria per la filosofia e le scienze della musica, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Il programma prende il via venerdì con le selezioni degli iscritti al concorso aperte al pubblico, in programma tutto il giorno, anche sabato 23 luglio, nella sala di Cultura in via Roma 293; partecipano circa 100 iscritti, provenienti da tutta Italia con almeno 20 partecipanti dall’estero (Russia, Perù e Cile); tra i concorrenti saranno selezionati i migliori musicisti che riceveranno un premio fino a 700 euro. La giuria tecnica è composta da otto musicisti professionisti provenienti da diverse città d’Italia.
Sempre venerdì, all’aperto in piazza Tasso (ore 21), dopo il saluto dell’Amministrazione comunale e degli organizzatori, è previsto il concerto della Fisorchestra “V.Bellini” di Cosenza, ospite in numerose rassegne a livello nazionale e all’estero; i sei musicisti del gruppo eseguiranno brani celebri, dall’Inno di Mameli alla celebre Mazurca variata di Migliavacca.

Sabato, dalle 16 in piazza Tasso, si svolgono le esibizioni libere dei concorrenti e performance di musicisti che non partecipano al concorso, mentre in serata, alle 21, sempre in piazza Tasso, c’è il concerto degli “Amici di Bruno”,

Domenica sono in programma esibizioni libere sia al mattino che al pomeriggio, mentre alle ore 21 è previsto il Gala finale con le premiazioni dei vincitori del concorso.
Nella sala Benazzi di via Roma 293, inoltre, per tutte le tre giornate saranno organizzati work shop della fisarmonica con aziende esterne ed esposizione strumenti.

L’iniziativa è dedicata alla memoria del grande fisarmonicista Bruno Serri; come sottolineano Marzia Cipriano, assessore alla Cultura e Maria Chiara Venturelli assessore al Turismo del Comune di Serramazzoni, «rappresenta una opportunità di svago per i turisti in vacanza in paese e un’opportunità culturale per tutta la comunità. Conosciamo la professionalità degli organizzatori con cui stiamo collaborando da diverso tempo anche per l’avvio del progetto della scuola di musica. A Bruno Serri Serramazzoni ha dedicato per diversi anni un tributo musicale nel corso dell’estate che ha sempre richiamato numerosi appassionati, amici e visitatori, auspichiamo nello stesso appassionato seguito».

Il festival è coordinato e diretto da Sabrina Gasparini, presidente del Salotto culturale Aggazzotti, nota interprete della canzone italiana, organizzatrice di eventi e rassegne musicali e nipote di Bruno Serri.

«Ricordare Bruno Serri – commenta Gasparini – istituendo un Festival della Fisarmonica e un concorso internazionale, credo sia la cosa più bella per il territorio e per il messaggio che il maestro Serri ha lasciato con tanta umiltà, ovvero trovare nella musica, a tutti i livelli in cui possa essere eseguita, una compagna di vita. L’obiettivo è di costruire un appuntamento stabile per Serramazzoni, un appuntamento per tanti musicisti appassionati di questo strumento così affascinante e inusuale come la fisarmonica. In questo modo si unisce il marketing territoriale alla musica, alla tradizione, alla storia e al ricordo».