Serie A, Carpi-Milan 0-0: il pari va stretto ai padroni di casa

Carpi sotto la curva Carpi-Milan 0-0Gioca meglio la squadra di Castori che recrimina per un rigore non assegnato nel primo tempo

MODENA – All’Alberto Braglia di Modena Carpi e Milan pareggiano 0-0. Una buona prova quella dei ragazzi di Castori che nel dopo partita ha parole di elogio per i suoi ragazzi:

Abbiamo disputato una grande gara concedendo poco al Milan con un pressing alto e le giuste chiusure sui loro giocatori più importanti. Ci è mancato solo il gol che abbiamo sfiorato soprattutto nel primo tempo quando Donnarumma è stato eccezionale sulla conclusione di Lollo“.

Se le squadra rossonera delude, quella biancorossa gioca una partita molto saggia a livello tattico non offrendo spazi all’avanti avversario, ieri con Niang e Bacca supportati dagli esterni Cerci e Bonaventura. Dall’altra parte il tandem offensivo Borriello-Lasagna preferito a Matos e Mbakogu.

LOLLO IL PIÚ PERICOLOSO, RIGORE NEGATO A LASAGNA – Parte bene la squadra di casa con Pasciuti che conclude di destro ma trova Romagnoli a ribattere la conclusione quindi con Cofie che non impensierisce Donnarumma. Più insidiosa la conclusione di Lollo al 13′ deviata dal portiere rossonero. Dall’altra parte ci provano Niang e Bacca dalla distanza ma senza creare grosse apprensioni. Episodio da moviola al 41′ quando Lasagna entra in contatto con Donnarumma in area ma l’arbitro lascia correre. Lo stesso attaccante descrive l’azione:

“Il rigore? L’ho rivisto anche al replay, ho anticipato Donnarumma e lui mi ha steso”.

Dello stesso avviso anche il tecnico del Carpi:

“L’episodio avrebbe potuto determinare la partita e mi riferisco al fallo subito da Lasagna al 41′ di gioco. Secondo me era rigore e espulsione del portiere rossonero. Se ci fosse stata assegnata la massima punizione, non so come sarebbe finita … sono però molto soddisfatto della crescita della squadra, sia per la continuità dei risultati che per la qualità delle prestazioni“.

CRESCE POCO IL MILAN – Nel secondo tempo Mihajlovic carica i suoi che provano a prendere il controllo del gioco senza grande successo contro la difesa organizzata. In contropiede Lasagna spreca una buona chance e dall’altra parte qualcosa cambia solo con l’ingresso di Luiz Adriano per un deludente Cerci. Tuttavia tolte le due conclusioni su punizione di Bonaventura e Niang, le occasioni più importanti passano sui piedi di Alex con Belec reattivo e Kucka che sbaglia.

TABELLINO DI CARPI-MILAN 0-0:

CARPI (4-4-1-1): Belec; Zaccardo, S. Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Cofie, Lollo, Martinho (dall’8′ s.t. Di Gaudio); Lasagna (dal 27′ s.t. Mbakogu); Borriello (dal 43′ s.t. G.Silva). A disposizione: Brkic, Spolli, Lazzari, Marrone, Matos. All. Castori.

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, A. Romagnoli, De Sciglio; Cerci (dal 23′ s.t. Luiz Adriano), Kucka, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang. A disposizione: Abbiati, Livieri, Calabria, Rodrigo Ely, Mexes, Zapata, De Jong, Josè Mauri, Poli, Suso, Honda). All. Mihajlovic.

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Ammoniti: Alex, A. Romagnoli.

Foto della squadra del Carpi che saluta i tifosi – fonte sito ufficiale Carpi Fc 1909