Scomparsa Amedeo Granelli. Il cordoglio della Regione Emilia-Romagna

La vicepresidente, Elisabetta Gualmini, esprime la vicinanza della Giunta alla famiglia del giovane bolognese deceduto in Colombia. “Profondo dolore e sgomento. Il suo esempio e il suo impegno non risulteranno vani”

regione emilia romagna logoBOLOGNA – “La scomparsa improvvisa di Amedeo Granelli ci lascia tutti esterrefatti e profondamente addolorati. A nome della Giunta regionale e del presidente Bonaccini, che questa mattina ha parlato con la mamma Rossana porgendole le proprie condoglianze e il proprio sostegno, abbraccio la famiglia e mi unisco al loro strazio”.

Queste le parole di cordoglio espresse dalla vicepresidente della Regione, Elisabetta Gualmini, in seguito alla morte del giovane bolognese deceduto a causa di un incidente stradale in Colombia, dove stava svolgendo servizio di volontariato.

“Amedeo si era laureato da poco a Forlì in relazioni internazionali e stava proseguendo gli studi presso l’Università Cattolica- aggiunge Gualmini-. Tra un esame e l’altro aveva scelto, con l’entusiasmo dei suoi 22 anni, di prestare il proprio tempo per aiutare i bambini colombiani sfruttati come lavoratori nel circuito del narcotraffico, assieme ad altri volontari della Ong ‘Oasi di Amore e Pace’. Amedeo, al pari di tanti altri ragazzi abituati, in modo gratuito e generoso, a guardare oltre il proprio recinto e la propria quotidianità, a scrutare orizzonti lontani e a prendersi cura di chi è senza diritti, portava avanti con forza i valori del dialogo tra tutti i popoli, di scambio tra chi ha meno e chi ha di più e di solidarietà disinteressata. Un impegno così importante- conclude la vicepresidente- non risulterà vano”.