In Sant’Agnese a Modena l’organista tedesco Heinrich Wimmer

Venerdì 4 novembre, alle 21, per il “Modena organ festival”. Ingresso libero

heinrich-wimmerMODENA – Sono le variazioni sul tema di uno dei più conosciuti canti liturgici, il “Lodate Dio” comune alla tradizione cattolica e luterana, la parte principale del concerto che l’organista tedesco Heinrich Wimmer terrà nella chiesa di Sant’Agnese (in piazzale Riccò) venerdì 4 novembre, alle 21. L’appuntamento, a ingresso libero, fa parte della 14ª edizione del Modena organ festival, la rassegna organistica internazionale inserita nel programma di “ArmoniosaMente”.

Wimmer, tra i più noti virtuosi dello strumento in Germania, eseguirà una serie di variazioni sul canto “Lodate Dio”, composte da lui stesso una decina di anni fa. Il programma del concerto prevede anche il Preludio e fuga in Re maggiore BWV 532 di Bach, la Fantasia in Do minore opera 25 di Hermann Berens, e una Fantasia di Guy Ropartz.

Heinrich Wimmer è nato nel 1964 in Baviera. Ha studiato musica all’Accademia cattolica della musica da chiesa e dell’educazione musicale a Regensburg e si è poi specializzato in organo e diplomato come concertista a Monaco. Nei suoi numerosi concerti ha eseguito tutte le opere per organo di Bach, Mozart, Mendelssohn-Bartholdy, Reger e dei compositori classici francesi. Ha inoltre inciso 25 cd ed eseguito diverse registrazioni per la radio.

Il Modena organ festival è organizzato dall’associazione “Amici dell’organo J. S. Bach” con il contributo di Fondazione Cassa di risparmio Modena, Regione Emilia Romagna, Comune di Modena, Lapam confartigianato e Bper e in collaborazione con l’associazione “Aut Aut”.