Sancito l’accordo di programma tra Amministrazione, Alma Mater e Miur per il completamento a Cesena del nuovo Campus Universitario

Campus CesenaCESENA – Via libera da parte del Comune di Cesena, dell’Università di Bologna e del MIUR – Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, all’Accordo di Programma per la valorizzazione dell’insediamento universitario cesenate.

“Il documento, che verrà formalmente sottoscritto entro fine anno – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessora all’Università e Ricerca Francesca Lucchi -, rappresenta un atto di cruciale importanza, in quanto pone le basi per il completamento del Campus Universitario, sancendo l’intento condiviso di considerarlo strategico, non solo a livello locale, ma anche come sede di riferimento cruciale sia per l’Alma Mater che per lo sviluppo del sistema universitario nazionale. La condivisione di questo documento strategico, che a differenza dei precedenti trova tra i firmatari il Ministero, ha l’obiettivo di accelerare il processo di attuazione di quella parte del Campus che attende ancora di essere avviata. Il supporto del Ministero, resosi possibile tramite l’interessamento e impegno della Senatrice Mara Valdinosi, che ringraziamo, consente pertanto di confermare e rafforzare l’impegno dell’Amministrazione, che vede nella realizzazione del nuovo Campus un’occasione unica per lo sviluppo dell’intero tessuto cittadino”.

Psicologia 01Il percorso di progettazione e realizzazione del nuovo Campus cesenate si delinea come un importante progetto di riorganizzazione degli insediamenti universitari, in una logica di riqualificazione urbana e valorizzazione del territorio. Verranno infatti ricondotte in un’unica area tutte le sedi universitarie (ad esclusione dei Corsi di Studio in Tecnologie Alimentari e Viticoltura ed Enologia, ospitati a Villa Almerici ed adiacenti alla sede del Tecnopolo Agroalimentare), per un’area complessiva di 32.000 metri quadrati ed un valore complessivo che si aggira attorno ai 50 milioni di euro.

Il primo lotto, per un’estensione di 19.534 metri quadrati e un investimento pari a 30 milioni di euro interamente finanziato dall’Ateneo, consiste nella realizzazione delle sedi di Architettura ed Ingegneria ed è oramai in dirittura d’arrivo: l’ingresso di studenti e docenti è previsto in concomitanza con l’avvio del prossimo anno accademico.

sedi ingegneria architetturaCon l’accordo tra Comune, Università e Ministero si condivide, in questa fase, la programmazione inerente lo Studentato e la sede di Psicologia. In particolare, il primo è destinato ad ospitare 80 posti letto per studenti e rappresenterà congrua collocazione per aule didattiche, spazi ricreativi e di servizio agli studenti; inoltre vedrà la realizzazione di una biblioteca comune ai vari corsi di laurea presenti, andando così ad ottimizzare ed efficientare i vari servizi. Per questo progetto, risultato aggiudicatario di finanziamento ministeriale, sono in fase di svolgimento le procedure di gara per l’affidamento dei lavori, e si prevede la consegna dell’opera per il giugno 2019.

Per quanto riguarda il plesso di Psicologia, condividendo l’opportunità di dare unitarietà all’insediamento cesenate, si realizzerà l’ultimo edificio previsto, di circa 7.000 metri quadrati, che ospiterà sia le attività didattiche, che quelle relative alla ricerca e ai dipartimenti.

Alla luce dell’unità di intenti sancita dall’accordo di programma, l’impegno dell’Amministrazione sarà rivolto alla concessione del diritto di superficie delle aree necessarie alla realizzazione di Psicologia. E’ inoltre prevista la sua collaborazione all’attuazione dell’intervento, il cui costo totale stimato si aggira ai 12 milioni di euro, con uno stanziamento complessivo di 7 milioni, distribuiti su più anni (due milioni provenienti da Serinar e la parte restante finanziata direttamente dal Comune), mentre all’Università spetterà il ruolo di progettazione esecutiva e direzione dei lavori.

La realizzazione del nuovo Campus si presenta inoltre come progetto di completamento dell’attuale comparto dell’area Ex Zuccherificio, ponendosi come ultimo tassello nella valorizzazione del contesto urbano, evidenziando il ruolo socializzante dell’insediamento universitario e fornendo una chiara connotazione ed integrazione agli spazi pubblici presenti.

“L’insediamento universitario a Cesena – ricordano Sindaco e Assessore – rappresenta oggi un importante parte di città e cittadini, contando quasi 5000 studenti, 200 tra professori e ricercatori e 113 tecnici amministrativi. La realizzazione del Campus va a valorizzare la presenza di tanti studenti, evidenziandone la rilevanza sociale, culturale ed economica per la città. Ponendo l’accento sull’importanza di condividere spazi adeguati ed identitari per il contesto universitario, il Campus saprà punto di ulteriore attrazione per nuovi studenti e matricole, affiancando all’importante e qualificante offerta didattica già presente, la possibilità di sperimentare un’esperienza che nulla avrà da invidiare rispetto ai moderi insediamenti universitari di carattere nazionale o europeo”