San Geminiano e i Geminiani, visita guidata in Ghirlandina

Sabato 28 gennaio alle 17.15 sulla torre si parla del rapporto del santo con Modena

la-torre-ghirlandinaMODENA – Quella di San Geminiano, santo patrono e protettore della città di Modena, è una figura punto di riferimento per la comunità non solo religiosa ma anche civile. E la Ghirlandina, torre civica e dunque del Comune accanto alla chiesa cittadina più importante che è il Duomo (Domus clari Geminiani), è probabilmente il luogo dove è meglio simboleggiata la figura di Geminiano come santo collettivo e coesivo per tutti i modenesi.

Per questo il 28 gennaio alle 17.15, nel sabato che precede i festeggiamenti del patrono martedì 31 gennaio, il servizio Promozione della città e Turismo con Ars/archeosistemi ha organizzato in Ghirlandina la visita guidata intitolata “San Geminiano e i Geminiani. La comunità modenese intorno al suo santo e alla sua Torre”. Ad accompagnare i partecipanti sarà Elena Gallina di Ar/s Archeosistemi.

La visita è gratuita con pagamento del biglietto per la Ghirlandina (3 euro o 6 euro biglietto unico sito Unesco). L’orario di ritrovo è alle 17 all’ingresso della Torre. Prenotazione obbligatoria fino a un massimo di 25 persone.

Per prenotazioni via mail (torreghirlandina@comune.modena.it), oppure al telefono al numero 059 2032434 negli orari di apertura della Ghirlandina, da martedì a venerdì 9.30-13 e 14.30-17.30; sabato, domenica e festivi 9.30 – 17.30.

Sulla Ghirlandina continuano intanto le “brevi visite giornaliere” alle 11.30 e 15.30 in italiano e alle 12.15 in inglese, gratuite previo pagamento dell’ingresso alla Torre, che non si svolgeranno martedì 31 gennaio, quando l’ingresso al monumento simbolo di Modena sarà gratuito per tutti, come negli altri luoghi del sito Unesco di piazza Grande patrimonio dell’umanità, in occasione della festa di S. Geminiano.

Informazioni on line (www.visitmodena.it).