Il saluto della città ai coniugi forlivesi vittime del terremoto

Il Sindaco di Forlì, Davide Drei: “La città di Forlì si unisce al dolore dei famigliari. Un ringraziamento ai volontari e agli operatori che hanno prestato soccorso e continuano a farlo per aiutare le popolazioni colpite”

comune di Forli logoFORLÌ – Una folla commossa si è riunita questa mattina nella chiesa di S. Antonio Abate in Ravaldino per l’ultimo saluto a Bruna Müller e a Cesare Marri, i coniugi forlivesi rimasti vittime del sisma che ha colpito l’Italia Centrale. Alla cerimonia solenne, hanno partecipato Autorità Civili e Militari e tanti cittadini, a testimoniare l’affetto e il cordoglio della città tutta per questa tragica perdita.

“In questo giorno di dolore, nel quale anche ad Amatrice si tengono i funerali solenni, desidero rinnovare la mia vicinanza e quella dell’Amministrazione Comunale ai famigliari di Bruna e Cesare, così duramente colpiti da una calamità che ha sconvolto la nostra comunità e l’Italia intera”, dichiara il Sindaco di Forlì, Davide Drei. Intanto, nei luoghi del disastro, si continua a lavorare e a scavare sotto le macerie.

“Desidero ringraziare tutti i volontari e gli operatori che sono partiti da Forlì e dai Comuni della Romagna Forlivese sin dalle primissime ore dell’emergenza, per prestare soccorso alla popolazione – continua Drei –. A cominciare dalla Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Croce Rossa, insieme ai tanti volontari dell’associazionismo, della sanità e della solidarietà”.

“Voglio portare un ringraziamento anche ai cittadini per lo slancio di generosità spontanea dimostrato in questi giorni. Slancio che, sono certo, proseguirà anche nei prossimi mesi per la ricostruzione dei paesi e delle comunità”.