Sacro Cuore: approvato il nuovo progetto di ampliamento del complesso scolastico

Via libera del Consiglio comunale di Cesena

logo-comune-cesenaCESENA – Via libera del Consiglio comunale al “nulla osta al rilascio del permesso di costruire in deroga in variante essenziale al permesso 124/2008 per l’ampliamento del complesso scolastico sito in via Verdi, via Pascoli, via Padre Vicinio Da Sarsina”, vale a dire il nuovo progetto di ampliamento del complesso del Sacro Cuore, che sostituisce quello del 2008.

Con il provvedimento approvato dall’assise consigliare si apre così un nuovo capitolo, dopo il lungo periodo di stallo dovuto alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto l’immobile.

Il nuovo progetto presentato dalla Compagnia del Sacro Cuore prevede una deroga di 2.406 mq. (notevolmente ridotta rispetto a quella di 4.081 mq. concessi nel 2008); la conferma di 2 piani interrati con 326 parcheggi, ma con rampe d’accesso poste in proprietà privata (e non più parzialmente in area pubblica, come previsto in precedenza). Anche in questo nuovo assetto è previsto che una quota di parcheggi – precisamente 61 – sia destinata ad uso pubblico, e non è escluso che ad essa possano aggiungersi temporaneamente anche altri 100 posti auto collocati sullo stesso piano, destinati alla vendita a privati. L’Amministrazione comunale, infatti ha già espresso la propria disponibilità a sottoscrivere una convenzione per il loro utilizzo pubblico, fino a che la proprietà non ne avrà completato la vendita.

“Come abbiamo già sottolineato nella comunicazione inviata ai consiglieri subito dopo il parere favorevole espresso dalla Giunta su questo progetto – dichiarano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti – ora la Compagnia Sacro Cuore si trova nelle condizioni per far ripartire con i lavori. E ci auguriamo che ciò avvenga in tempi rapidi e che la loro esecuzione sia altrettanto celere, in modo da eliminare il più presto possibile lo squarcio rappresentato dal cantiere rimasto a lungo abbandonato, una vera e propria ferita nel tessuto cittadino che i cesenati desiderano veder risanata al più presto. Al contempo, ci preme ricordare che fra gli elementi che la Giunta ha considerato per esprimere la propria valutazione positiva, al primo posto c’è il fatto che il nuovo progetto riduce l’impatto urbanistico direttamente collegato alla realizzazione del precedente piano, giudicato particolarmente gravoso perché previsto su un’area della città già notevolmente antropizzata e messa a dura prova dai percorsi imposti dalla mobilità automobilistica. Infine, la previsione di una sessantina di parcheggi pubblici (più o meno lo stesso numero che era presente in piazza della Libertà) a ridosso delle mura, contribuirà a rafforzare l’offerta della sosta a servizio del centro storico”.