Categorie: EventiModena

“Rudi” la serie web “Made in Modena”. Ciack si gira in centro

Domenica 16 luglio dalle 22 in Pomposa; lunedì 17 notte in via Farini e via Emilia

MODENA – Ciak si gira. Il centro storico di Modena si prepara a ospitare la serie web “Rudi”.

Domenica 16 e lunedì 17 luglio, infatti, iniziano le riprese della puntata pilota della serie scritta da Vincenzo Malara e diretta da Piernicola Arena, patrocinata dal Comune di Modena in collaborazione con l’associazione Stoff.

Sponsor principale è Modenamoremio col contributo fondamentale di Bper Banca.

Protagonista della storia, in quattro puntate, è Rudi (interpretato da Christian Terenziani), ex infetto (simile in tutto e per tutto a uno zombie) guarito e liberato dalla sua aggressività e tornato umano.

La vicenda si svolge in una Modena reduce da un’epidemia che ne ha decimato la popolazione e tanti ex infetti come Rudi vengono messi davanti a un bivio: andare in esilio per sempre o provare a reinserirsi nella società. Rudi sceglie di tornare a casa ma deve scontrarsi con un mondo che lo guarda con diffidenza, costringendolo ai margini. Ad aiutare il protagonista nella rinascita sarà Camilla, amica speciale, eccentrica quanto lui (il ruolo è stato affidato all’attrice Marianna Folli). Intanto, ai confini della città qualcosa di inquietante minaccia di tornare portando con sé un passato terribile.

Quello della Folli è un ingresso prestigioso nel cast della serie. L’attrice, che nel 2015/16 ha lavorato con Maurizio Crozza in tv e in tour e ha recitato in un episodio del “Terzo Segreto di satira”, si è diplomata all’Accademia d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano dopo esperienze teatrali con la regista Livia Ferracchiati.

La serie web ‘Rudi’ è ispirata all’horror, un genere cinematografico ampiamente esplorato che cerca di rileggere in chiave più leggera, umana e malinconica, per arrivare a un pubblico eterogeneo.

Il progetto coinvolge professionalità e talenti locali con l’obiettivo, dopo le produzioni ‘estere’ arrivate in città per filmare i suoi squarci più belli, di lanciare un prodotto tutto “made in Modena”.

La troupe va domenica sera in Pomposa all’esterno del locale “100 Montaditos” (dove si girano altre scene a settembre) e, lunedì notte, in via Farini e via Emilia centro.

Tutti i dettagli sul progetto sul profilo Facebook ufficiale “Rudi – la serie web”.

Articoli recenti

Domani apre i battenti la mostra fotografica “Hotel Splendid” di Andrea Santese

Da lunedì 25 giugno a venerdì 20 luglio appuntamento nello Spazio Espositivo via Strinati 59 CESENA - Dal 25 giugno…

1 ora passati

Rimini: oggi Italian Party di Ciri Ceccarini al Sea Sun

Dj set house sulle note degli artisti di casa nostra e passi di danza dalle più belle tradizioni di tutto…

2 ore passati

Cesena in Fiera oggi all’ultimo atto

Ricco il programma di domenica 24 giugno che si apre alle 10 in Duomo con il Pontificale del Vescovo Douglas…

2 ore passati

Blancpain GT Series: sette gare oggi a Misano World Circuit

Stephane Ratel, CEO di SRO Motorsports Group: “Gare emozionanti, location meravigliosa”. Oggi anteprima assoluta delle Smart elettriche in pista con…

2 ore passati

Divieto per vetro e lattine in occasione del concerto di chiusura della Festa della Musica di domenica 24 giugno

PARMA -  In occasione del concerto di chiusura della Festa della Musica, che vedrà il gruppo musicale “Comaneci” esibirsi, domenica…

9 ore passati

Aperitivo divino al Bagno Italia di Cesenatico

Continuano gli appuntamenti dedicati al vino organizzati in collaborazione con Italia nel Bicchiere. Domenica 24 giugno in degustazione i vini…

13 ore passati

L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Archivio news - Privacy Policy - Cookie Policy

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice