Rotatorie SS16, prima seduta della Conferenza dei Servizi

L’assessore Biagini: ‘Incontro in cui è emersa piena convergenza sulle proposte del Comune di Rimini’

RIMINI – Si è svolta nella giornata di giovedì a Roma la prima seduta della Conferenza di Servizi per l’approvazione del progetto definitivo delle opere di completamento sulla viabilità connessa all’ampliamento sull’A14, un intervento atteso e fondamentale per il miglioramento della viabilità dell’intero territorio riminese.

Oltre al Comune di Rimini, alla Regione Emilia – Romagna, ai comuni del territorio interessati, erano presenti all’appuntamento i rappresentanti di Società Autostrade per l’Italia e di Spea spa progettazioni.

Nello svolgimento della seduta sono state formalmente consegnate dall’Amministrazione comunale tre richieste migliorative di modifica al progetto: due di carattere strutturale (una nuova soluzione per la Montescudo-Coriano che permetta di accedere anche in direzione “Montescudo”, oltre alla direzione “Coriano”, con una diramazione successiva al braccio di accesso della rotatoria che continuerà ad averne 4; l’ altra riguarda lo spostamento del previsto sottopasso pedonale di via Pomposa in corrispondenza di via della Fiera, in modo tale da andare incontro alle richieste dei cittadini del centro abitato della Grotta Rossa di poter avere un passaggio ciclopedonale in sostituzione dell’attuale semaforo). La terza, non strutturale ma “tecnica”, riguarda un miglior accesso in sicurezza alla rotatoria SS 72/16. Tali modifiche saranno sottoposte al vaglio del Consiglio Comunale.

Prossima riunione della Conferenza di Servizio il prossimo 21 aprile.

“Le risultanze della prima seduta mi paiono ottime visto che, sulle richieste e sulle modifiche proposte dal Comune di Rimini, c’è stata piena convergenza tecnica da parte dei soggetti preposti. Compie un altro, consistente passo avanti – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Biagini che con l’ingegner Alberto Dellavalle, dirigente del Settore Infrastrutture e grande viabilità, ha partecipato per conto del Comune di Rimini all’incontro – il percorso per giungere alla realizzazione di quelle opere fondamentali per la viabilità cittadina, al termine delle quali non vi saranno più semafori sulla nuova circonvallazione su cui ogni giorno transitano decine di migliaia di veicoli. Il nostro auspicio continua ad essere quello di veder concluso il percorso nel più breve tempo possibile e arrivare quindi rapidamente alla redazione del progetto esecutivo da parte di Autostrade per l’Italia S.p.A e al successivo affidamento dei lavori. Un obiettivo che solo qualche tempo fa sembrava impossibile e che ora, un passo dopo l’altro, appare a portata di mano.”

Come noto le opere di completamento prevedono infatti per il territorio di Rimini la realizzazione di due importanti rotatorie sulla Statale 16, all’altezza degli incroci con la consolare San Marino (ss72) e con via Coriano (Sp41), quattro sottopassi (all’altezza di Via del Torrente / Via Pomposa; Via Covignano; via Coriano; SS72) e il percorso ciclopedonale in località Padulli-Covignano.