Roots, la cena dei popoli chiude la festa nel parco

Il programma da venerdì 15 a domenica 17 luglio per la manifestazione di quartiere

logo Comune FerraraFERRARA – Ultimi giorni per il festival “Roots” al Parco Giordano Bruno (dietro ex mutua-Usl di via Cassoli): un viaggio tra le radici della musica e le radici del quartiere Giardino. “Roots” fa parte della programmazione del festival “Giardino d’estate”, organizzato dal 25 giugno al 3 luglio e dall’8 al 17 luglio 2016 in piazzale Giordano Bruno, a cura di Arci Casaglia e Arci Bolognesi. Il festival, che rientra tra le progettualità dell’Ufficio sicurezza urbana e del Centro di mediazione sociale del Comune di Ferrara, è reso possibile grazie a un accordo di programma tra il Comune e la Regione Emilia Romagna e alla collaborazione dell’assessorato alla Cultura, turismo e giovani.

giardinodestateVenerdì 15 luglio, dalle 16, si terrà un laboratorio musicale gratuito per bambini. Dalle 17 la Festa dei ragazzi in Servizio civile: a cura del Copresc (Coordinamento provinciale enti di servizio civile) un’occasione per riflettere sull’esperienza vissuta. Dalle 20 lezione gratuita di yoga Scuola Seiryoku.kan a cura del Centro di Promozione Sociale “Acquedotto”. La programmazione si arricchisce di un ulteriore elemento: dalle 17 alle 23 gli operatori youngERcard saranno disponibili in loco per fornire informazioni sul progetto omonimo e la tessera realizzata dalla Regione Emilia-Romagna, per promuovere tra le nuove generazioni consumi consapevoli e buone pratiche di cittadinanza attiva. I requisiti per chiederla, per chi ancora non avesse youngERcard nel portafoglio, sono pochi e semplici: basta avere tra i 14 e i 30 anni di età, vivere, studiare o lavorare in Emilia-Romagna. I vantaggi offerti sono tantissimi: circa 1500 convenzioni distribuite sull’intero territorio regionale, di cui 200 in provincia di Ferrara, e una interessante selezione di progetti di volontariato organizzati in collaborazione con le associazioni, gli enti e le istituzioni del territorio, a cui chi vuole può partecipare per dare una mano alla propria comunità e vivere un’esperienza formativa e divertente allo stesso tempo. Dalle 21 Live dei “Bitter Coconut dead fire”.

Sabato 16 luglio dalle 17 si terrà la dimostrazione del gioco di carte VegeTables e, dalle 21, il live “Le Iene” e dj set di Onokai.

Domenica 17 luglio, ultimo giorno di festival, dalle 17 si terrà la dimostrazione del gioco di carte VegeTables e, dalle 19.30, il Consiglio delle Comunità straniere propone la “Cena dei Popoli”. Le associazioni che compongono il Consiglio faranno degustare ai presenti piatti tipici della loro nazione. Si chiede a chi interviene di portare qualcosa da mangiare o da bere per contribuire a una cena conviviale e condivisa. Dalle 21 live Onda Curaçao (passando dalla bossanova, samba, all’improvvisazione e ri-arrangiamento in chiave jazz/funk di storici brani).

Nei giorni del festival viene proposta, grazie alla collaborazione con il Centro Interculturale Italo Cinese, la mostra fotografica “ORIENTarsi verso Est” di Andrea Cacciari insieme ad Associna dell’Emilia Romagna. Il progetto è volto a valorizzare e promuovere la cultura cinese, ricca di tradizioni, costumi, arte, storia e paesaggi magnifici.

Il festival, oltre a proporre una selezione musicale e di ristorazione, a cura di Arci Bolognesi e Arci Casaglia, si propone anche come contenitore di eventi e iniziative delle associazioni, delle forze sociali e dei residenti del quartiere Giardino che, rispondendo numerosi, hanno arricchito la programmazione con i loro contributi. Il Festival gode infatti di iniziative organizzate dalle associazioni del territorio e non solo: Arci Ferrara, Anolf, associazione Binario 01 e Cargo, Collettivo tango, Consiglio delle comunità straniere, associazione Comitato zona stadio, cooperativa Alpaca, Urban Center, Listone mag, Factory Grisù, Contrada di San Giacomo, Ado, Centro interculturale italo-cinese, Ascom, Ausl Ferrara, centro di promozione sociale “Acquedotto”, Croce rossa italiana, Polizia Municipale, palestra Cocoon, Car club 500 Occhiobello, Pole dance Ferrara, ChiaraMilla, Copresc Ferrara, Vespa club Ferrara, Il Baule Volante, associazione Cittadini del Mondo. Il Centro di mediazione sociale del Comune di Ferrara ha promosso e gestito la “rete” dei soggetti interessati.

Il Centro di mediazione sociale del Comune di Ferrara ha promosso e gestito la rete dei soggetti interessati. Il festival “Giardino d’estate” si inserisce in ricco calendario di iniziative ed eventi sul quartiere Giardino, che l’amministrazione comunale, in collaborazione con le realtà associative del territorio, propone per l’estate 2016, nell’ottica di stimolare la coesione sociale nelle aree più sensibili e l’occupazione positiva degli spazi.

Info: Centro di mediazione sociale del Comune di Ferrara, viale Cavour 177 (Grattacielo) e piazzale Castellina 5, tel. 0532 770504, email centro.mediazione@comune.fe.it

Pagine Facebook dedicate: Giardino d’estate/ Centro mediazione/ “Fotografa il tuo festival”: chi partecipa al festival può pubblicare le proprie foto su Instagram utilizzando l’hashtag #giardinodestate2016. Le foto verranno ripostate sui social sopraindicati e alla conclusione del Festival verrà scelta la foto migliore.