Robot, presepi, opere grafiche, fotografie e sculture: le aperture delle mostre durante le feste

Comune di CesenaCESENA – Non c’è periodo migliore delle feste natalizie per approfittare del tempo libero e visitare qualche mostra.

A Cesena sono diverse le esposizioni che rimarranno aperte e ce n’è per tutti i gusti: si può scegliere se visitare il tradizionale presepe della famiglia Gualtieri, se immergersi nel mondo dei robot, scoprire le usanze di stati lontani o entrare nel dettaglio con i progetti degli architetti Fabre e Speller.

E ancora avvicinarsi alle opere del cesenate Gino Barbieri o a quelle contemporanee di Giuseppe Papagni, Erich Turroni e Mattia Vernocchi.

Il Presepe Meccanico Gualtieri, uno dei più grandi presepi meccanici d’Italia esteso su una superficie di 110 mq, rimarrà allestito in Galleria Pescheria fino al 14 gennaio nei seguenti orari: festivi dalle 9.00 alle 20.00, mercoledì e prefestivi della 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00; feriali dalle 15.00 alle 19.00. Biglietto di ingresso: intero 3 euro, ridotto (bambini 6-12 anni) 2.50 euro. Info: www.presepigualiteri.it

Noi Robot, la mostra dedicata al meraviglioso mondo di robot, androidi e cyborg tra fantasia e realtà, occuperà gli spazi del Palazzo del Ridotto (Galleria piano terra e piano superiore) fino al 7 gennaio e sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 15.30 alle 18.30.

Ingresso gratuito. Info: didattica@formulaservizi.it

L’omaggio all’artista cesenate Gino Barbieri nel centenario della sua scomparsa continua in Pinacoteca (via Aldini 26) dove, fino al 4 febbraio, sarà esposta una consistente selezione delle opere grafiche tratte dal ‘Fondo Barbieri’, conservato in Biblioteca.

La Pinacoteca è aperta da giovedì a domenica con orario dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Prorogata fino al 4 febbraio anche l’esposizione di dipinti “Maestro del Colore – Opere pittoriche della Collezione d’arte moderna” allestita alla Cassa di Risparmio di Cesena e visitabile tutte le mattine dalle 9.00 alle 12.30 ad eccezione del sabato, della domenica e dei festivi.

Ingresso gratuito per entrambe le mostre.

Fino al 7 gennaio in Biblioteca Malatestiana sarà allestita la mostra “Maheela – Quando essere donne è una sfida quotidiana” curata da Luca Chistè per fare scoprire le meraviglie del piccolo Stato himalayano e le attività svolte in questa zona dalla onlus Apeiron a favore delle donne.

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile tutti i giorni negli orari di apertura della Biblioteca.

Rimarrà aperta fino al 28 gennaio anche la mostra dedicata ai progetti degli architetti francesi Fabre e Speller allestita alla Sala San Giorgio della Biblioteca Malatestiana. In esposizione disegni, immagini di modelli e fotografie di 10 progetti firmati dai due architetti francesi che lavorano insieme dal 1986.

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile tutti i giorni negli orari di apertura della Biblioteca.

Si segnala che durante il periodo delle festività, la Biblioteca sarà aperta nei seguenti orari: lunedì 14.00-19.00, da martedì a sabato 9.00-19.00, domenica e festivi 10.00-16.00, chiusa il 25 dicembre e il 1° gennaio; il 26 dicembre saranno attivi solo il servizio di visite guidate alla Malatestiana Antica e il Museo Archeologico, mentre il 6 gennaio la Biblioteca sarà aperta con orario festivo.

Visitabile fino al 28 gennaio (il sabato e la domenica dalle 16 alle 19) anche la mostra “Fragilis Mortalitas” allestita a Casa Museo Renato Serra con le suggestive opere contemporanee degli artisti Erich Turroni e Mattia Vernocchi, e curata da Augusto Pompili e Marisa Zattini.