Riqualificazione del comparto Consorzio Agrario di Piacenza

Avviato stamani dalla Giunta comunale l’iter amministrativologo comune Piacenza

PIACENZA – La Giunta comunale, nella seduta di stamani, ha avviato il percorso che porterà alla sottoscrizione dell’Accordo di Programma finalizzato alla realizzazione di interventi di trasformazione e riqualificazione del comparto Consorzio Agrario di Piacenza, che coinvolge l’ex Mercato ortofrutticolo di proprietà comunale. Una porzione di territorio urbano di superficie pari a 13 ettari, ubicata nella zona centro-orientale della città e delimitata dalle infrastrutture ferroviarie della linea Piacenza-Bologna a Nord, da via Colombo e dalla via Emilia a Sud, da via dei Pisoni a Ovest e da via Pennazzi a Est.

“Questa importante iniziativa – commenta il sindaco Paolo Dosi – è una delle più significative degli ultimi anni, in quanto comporterà il recupero di un comparto strategico nella zona Nord-Est della città, che ha ormai esaurito le sue funzioni produttive e che quindi rischiava di scivolare in uno stato di degrado e di abbandono. Sulla base della proposta di riqualificazione urbana promossa dal Consorzio agrario Terrepadane, e dopo un percorso di condivisione che ha visto, nei mesi di ottobre e novembre 2015, il coinvolgimento di soggetti istituzionali – in primis Regione Emilia-Romagna e Provincia di Piacenza -, associazioni di categoria e realtà del territorio, anche attraverso incontri pubblici aperti alla cittadinanza, oggi la Giunta comunale si è riunita per definire le linee guida e i criteri generali che dovranno orientare i contenuti dell’accordo pubblico-privato preliminare all’approvazione dell’Accordo di programma definitivo. La delibera odierna verrà in seguito presentata al Consiglio comunale, dopo la pronuncia del quale l’Amministrazione avvierà un nuovo giro di consultazioni con gli stakeholder coinvolti e con la cittadinanza, volto ad approfondire tutti gli aspetti di merito dell’intervento oggetto degli accordi e che verranno riassunti in una seconda delibera da sottoporre al Consiglio comunale”.

“Il progetto – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Silvio Bisotti –, che ha preso il via grazie all’iniziativa del Consorzio agrario Terrepadane, evoluzione della già consolidata struttura del consorzio piacentino che sta assumendo un ruolo di grandissimo rilievo per le dimensioni e la copertura territoriale estesa su larga parte del territorio emiliano e lombardo, prevede il recupero urbanistico ed edilizio e la rifunzionalizzazione delle aree e degli immobili compresi nel perimetro oggetto di intervento, implica varianti sia al Prg vigente che al Ptcp, include un’area di proprietà comunale, comporta la realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali e modifiche all’assetto viabilistico, in sintesi quindi richiede la prosecuzione del dialogo con tutte le istituzioni coinvolte e con gli enti specificamente preposti, quali Ausl, Arpae e altri”.

Conclude Bisotti: “Il programma di intervento prevede il riutilizzo di tutta l’amplissima area, con almeno quattro macrocomparti e cinque diverse destinazioni d’uso: terziario, alberghiero, residenziale e commerciale, mix funzionale di usi pubblici e privati e centro commerciale di livello inferiore. E’, quello che la Giunta delibera quest’oggi, l’avvio di un intervento strategico e di grande rilievo per la città, di respiro pluriennale, il cui percorso partecipativo è stato da subito impostato su binari di generale condivisione e assoluto garantismo e rispetto al quale sarà comunque previsto che prioritarie siano le opere di urbanizzazione e i servizi di viabilità”.