Riprendono le attività dei Centri gioco comunali e della biblioteca “L’elefante che legge”

Riaprirà lunedì 3 ottobre il centro Bambini e Genitori

comune piacenzaPIACENZA – Riaprirà lunedì 3 ottobre il centro Bambini e Genitori “Elefante variopinto”, in via Sbolli 9. Operativo dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12 e nei pomeriggi di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 18.30, offre attività per i più piccoli nella fascia d’età tra zero e tre anni, accompagnati da un adulto. Gestita, per il Comune di Piacenza, da Aurora Domus, la struttura si propone di favorire l’interazione e la socializzazione al di fuori dell’ambito familiare, con la mediazione di educatori che propongono giochi simbolici, attività psicomotorie o grafico-pittoriche, nonché una serie di laboratori tra cui “Giocare con tatto” (condotto da un esperto del metodo Munari), il “Circo sensomotorio” curato dall’associazione Tadam, la lingua italiana dei segni e la “arte-danza terapia”.

Per tutte le informazioni è possibile scrivere a servizieducativi@auroradomus.it o consultare la pagina facebook Elefante Variopinto Cbg. Per iscriversi, è sufficiente presentarsi al Centro, dove si potrà effettuare gratuitamente una giornata di prova dopo la quale, tramite una tessera valida per sei ingressi, il costo di ogni accesso sarà pari a 3,11 euro per ogni bambino, con agevolazioni per i fratelli: il secondo paga la metà, il terzo entra gratuitamente. La tessera è valida anche presso la struttura Bambini e Genitori della Galleria del Sole, gestita dal Centro per le Famiglie con Casa Morgana e rivolta ai bambini dai tre ai sei anni, accompagnati da un adulto: aperto il martedì e mercoledì dalle 16.30 alle 18.30, nonché il sabato dalle 10 alle 12, festeggerà il 2 ottobre la ripartenza con una festa che segnerà, dalle 16.30 alle 19.30, l’avvio delle iniziative aperte a tutti la domenica pomeriggio, tra sculture di palloncini, truccabimbi e letture ad alta voce.

E’ sempre gratuita, invece, la fruizione della biblioteca per l’infanzia “L’elefante che legge”, tra angoli morbidi, libri illustrati e cartonati, progetti educativi come “Le mani che parlano” – ciclo di fiabe narrate dalla bibliotecaria nella lingua dei segni – e le storie tattili “In punta di dita” pensate per i bimbi ipovedenti. Riapertura autunnale il 6 ottobre in via Sbolli 11, tutti i martedì e giovedì dalle 16.30 alle 18.30, con un primo appuntamento di festa venerdì 7: alle 16, fiaba animata e laboratorio, che permetterà di godere anche del nuovo spazio esterno.