Rinnovo delle alberature ai Giardini Margherita di Bologna

L’abbattimento degli esemplari a fine ciclo vitale inizierà lunedì 20 febbraio. Come di consueto le piante eliminate verranno sostituite con giovani esemplari della stessa specie

Bologna veduta aereaBOLOGNA – Nel corso del monitoraggio effettuato nel periodo autunnale nel parco dei Giardini Margherita, sono stati individuati 14 alberi di diversa specie e dimensioni che devono essere eliminati nell’ottica della salvaguardia della pubblica incolumità. Gli abbattimenti, per i quali è stata data preventiva comunicazione alla locale Soprintendenza, verranno eseguiti a partire da lunedì 20 febbraio 2017. Come di consueto le piante abbattute verranno sostituite con giovani esemplari della stessa specie, nel rispetto del disegno paesaggistico del principale parco bolognese.

Gli alberi da eliminare sono 4 sofore, 2 olmi, 2 pini, una gleditsia, una robinia, un liriodendro, un ippocastano, un cedro e un ontano.
La maggior parte degli esemplari non è più vegeta oppure è in via di completo disseccamento; 8 dei 14 alberi da eliminare (2 olmi, il pino, il liriodendro, la sofora, l’ontano, l’ippocastano e il cedro) non hanno più alcuna possibilità di recupero vegetativo o, in qualche caso, sono già morti. Per i restanti 6 esemplari, ancora vegeti, si rende necessario l’abbattimento a causa delle gravi condizioni fitosanitarie e di struttura della pianta; la gleditsia, infatti, ha gravi ferite al fusto e al colletto con legno alterato, mentre su altri (robinia e sofora) sono presenti evidenti carpofori fungini, agenti di carie del legno, che hanno ormai compromesso la struttura meccanica dei fusti; infine per 2 sofore e un pino è stato richiesto l’abbattimento in quanto il fusto risulta molto inclinato, con chioma totalmente sbilanciata su un lato e seccumi diffusi nella vegetazione, sintomo di condizioni fisiologiche precarie. Gli esemplari sono distribuiti in varie zone del parco.