Rimini: Ridere di vizi, virtù e passioni della nostra terra

comune di Rimini logoAl Teatro degli Atti torna la rassegna di commedie dialettali. Cinque appuntamenti domenicali dal 14 febbraio al 20 marzo. Abbonamenti al via sabato 6 febbraio

RIMINI – Da San Valentino all’equinozio di primavera divertendosi con il dialetto. Al Teatro degli Atti torna l’immancabile appuntamento con la rassegna di commedie dialettali, parte integrante della ricca stagione teatrale riminese: cinque appuntamenti pomeridiani per altrettante domeniche, dal 14 febbraio al 20 marzo (sipario alle ore 16), per ridere di gusto, per emozionarsi e perché no, anche per riflettere, riscoprendo la bellezza, la musicalità e la genuinità del dialetto romagnolo.

Si comincia domenica 14 febbraio con Ined, Ada, Ida e i su fradel, della compagnia La Zercia, una commedia in tre atti scritti da Giorgio Tosi che racconta le particolari dinamiche famigliari di chi si occupa di mamma e babbo anziani e deve subire le ingerenze dei parenti.

La famiglia, seppur con altre declinazioni, è alla base dello spettacolo Una fameja impurtenta, messa in scena domenica 21 febbraio dalla Compagnia La Carovana. Nei tre atti comico-drammatici scritti da Pier Paolo Gabrielli si cela “un comico monito” a chi per far soldi in fretta e con, poca fatica, non guarda in faccia a nessuno calpestando tutto e tutti pur di raggiungere il suo obiettivo.

La prova de fug è invece il testo di Guido Lucchini che sarà rappresentato domenica 6 marzo dalla compagnia Jarmidied: la vicenda si colloca verso la fine degli anni cinquanta, anni in cui anche in Romagna la gente si rimbocca le maniche dopo la seconda guerra mondiale per ricostruire abitazioni e attività imprenditoriali. Il turismo balneare sulla riviera è in forte espansione e inizia ad essere fonte di guadagno. A Villa Giustina, piccola pensione del riminese tutto procede nel migliore dei modi, ma non è così per Giustina, la figlia dei titolari dell’albergo, per la quale l’attesa è snervante: il marito è dato disperso in Russia durante l’ultimo conflitto e da dieci anni non ha più notizie. E deve fare i conti con un tenace pretendente che la riempie di lusinghe.

Nonna Pia, che a 94 anni non vuole arrendersi alla vecchiaia è la protagonista di Quan e nas un vec (domenica 13 marzo) che trae ispirazione da un proverbio romagnolo che dice “Quando nasce un vecchio è meglio che muoia subito”. Ma quando nasce un vecchio? è la domanda che emerge dai tre atti di Giusi Canducci, portati in scena dalla Compagnia Gli Hermanos.

Qual è il valore dei soldi? è invece la domanda a cui tenta di rispondere dello spettacolo El struscion, due atti di Paolo Cappelloni in programma domenica 20 marzo, per la regia di Agostino Vincenzi. La commedia scritta nel 2001 e messa in scena dalla compagnia “Teatro le ombre” parla di Orilio, uomo disposto a tutto, anche a non mangiare, a speculare su chi gli presta assistenza, a rinunciare all’amicizia e all’amore per i soldi.

Nuovi abbonamenti

Da sabato 6 febbraio sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti al costo di 30 euro per 5 spettacoli rivolgendosi alla biglietteria del Teatro Novelli (via Cappellini 3, tel. 0541 793811), da martedì a sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30 . I biglietti di ogni singola commedia (10 euro intero, 8 euro ridotto per bambini e ragazzi fino a 14 anni) saranno in prevendita sempre al Teatro Novelli dal lunedì precedente alla data di rappresentazione. Nelle domeniche di spettacolo infine la biglietteria del teatro degli Atti aprirà alle 14.30.

Il programma

INES, ADA, IDA E I SU FRADEL

Compagnia “La Zercia”
domenica 14 febbraio

tre atti di Giorgio Tosi

UNA FAMEJA IMPURTENTA

Compagnia “La Carovana”
domenica 21 febbraio

tre atti comico – drammatici di Pier Paolo Gabrielli

LA PROVA DE FUG

Compagnia “Jarmidied”
domenica 6 marzo

tre atti di Guido Lucchini

QUAN E NAS UN VEC

Compagnia “Gli Hermanos”
domenica 13 marzo

tre atti di Giusi Canducci

EL STRUSCION

Compagnia “Teatro le ombre”
domenica 20 marzo

due atti di Paolo Cappelloni

Teatro degli Atti

via Cairoli 42, Rimini

Info e prevendite: 0541.793811

www.teatroermetenovelli.it

www.facebook.com/teatronovelli