Rimini, “Profughi e non, tutti sulla stessa strada”

Il Vicesindaco del Comune, delegazione di studenti e insegnantiGloria Lisi, ha incontrato ieri mattina una delegazione di studenti e insegnanti  organizzatori dell’incontro pubblico

RIMINI – Ieri mattina il Vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini, Gloria Lisi, ha incontrato una delegazione di insegnanti e studenti, organizzatori dell’incontro “Profughi e non, tutti sulla stessa strada” (venerdì 19 febbraio ore 18, teatro del Atti di Rimini).

L’incontro – patrocinato dal Comune di Rimini – è promosso dalla fondazione di volontariato “Avsi”, insieme all’associazione “Gioventù studentesca” e “Portofranco” per informare e sensibilizzare sul tema profughi. Tra gli altri interventi prevede il collegamento con Giacomo Fiordi, inviato Avsi nel campo profughi di Erbil, in Iraq, una delle tante zone di conflitto, insieme la Siria, la Giordania, il Libano e il Sudan in cui l’associazione è operativa.

“E’ sempre un piacere – commenta Gloria Lisi, Vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – incontrare ragazzi delle scuole superiori impegnati e motivati su tematiche di alto valore sociale come quello dei profughi. Insieme ai loro insegnanti e grazie alle testimonianze di chi opera in zone di conflitto, stanno costruendo un percorso di grande valenza culturale e sociale che seguo con interesse. Colgo con soddisfazione la crescente diffusione, nella nostra comunità, di una sensibilità in ambiti trasversali, come quelli delle scuole e anche delle parrocchie, sul tema dei profughi e del loro sostegno”.