Rimini, nuova rotatoria via Tripoli e via Roma

v tripoli v romaDisagi limitati anche nella giornata del mercato

RIMINI – E’ stata intensa ma con disagi limitati la circolazione nella prima giornata di mercato dopo l’inizio dei lavori per la realizzazione della nuova rotatoria tra via Tripoli e via Roma. Uno ‘stress test’ che, nonostante la concomitanza con la giornata mercatale, è passato via senza che mai la circolazione si interrompesse.

Mentre per gli altri flussi di traffico non vi sono stati particolari problemi, è stato quello che dalla stazione porta verso il Centro studi che ha risentito della chiusura della bretella che consentiva la svolta a destra sulla via Tripoli.

Un effetto atteso, ma necessario al posizionamento del cantiere, che ha comportato rallentamenti ma mai l’interruzione dei flussi di traffico che hanno continuato a scorrere facilitato dall’opera delle pattuglie della Polizia municipale che, attraverso la gestione manuale dell’impianto semaforico esistente sull’incrocio, hanno privilegiato i sensi di scorrimento dei vicoli adeguandoli alle necessità.

Si ricorda che per tutta la durata dei lavori l’incrocio sarà sempre percorribile in ambo i sensi, sia su via Tripoli che su via Roma. Solo la bretella che provenendo dalla stazione consente la svolta a destra in via Tripoli sarà chiusa al traffico per una decina di giorni, anche se la manovra continuerà a essere consentita effettuando la svolta dal semaforo.

La Polizia municipale consiglia tuttavia, quando possibile, l’utilizzo di percorsi alternativi sull’asse, utilizzando le direttrici esistenti poste a mare (viale Vespucci – viali delle regine) o a monte (vecchia circonvallazione – via Flaminia; via Caduti di Marzabotto – Jano Planco – Panzini – Euterpe; nuova circonvallazione).

La realizzazione della nuova rotatoria sulla Tripoli – Roma costituisce uno dei punti strategici più importanti del progetto coordinato per la fluidificazione della viabilità sull’asse mediano della città. Un progetto per giungere ad avere “zero semafori” sia sull’asse viario che dalle Celle a Miramare che su quello di penetrazione che dal colle porta al mare lungo la via Tripoli.