Rimini. Neve e gelo: Anthea intensifica gli sforzi

Anthea_intervento_maltempoDa fronteggiare le criticità di pavimentazione stradale, verde cittadino e infrastrutture

RIMINI – Si intensifica lo sforzo di intervento messo in campo dalle squadre di Anthea per far fronte alle criticità generate dall’intensa ondata di gelo e neve degli ultimi giorni.

Riprenderanno il via domani gli interventi straordinari a riparazione delle pavimentazioni stradali, che erano già stati avviati nel precedente fine settimana, in seguito alle forti piogge che avevano colpito il territorio, ma poi temporaneamente sospese a causa delle nevicate degli scorsi giorni.

Da sabato 3 marzo saranno, quindi, in servizio 9 squadre su doppio turno: 5 team di Anthea e 4 di ditte terze appositamente incaricate. L’attività proseguirà anche settimana prossima, modulando il numero delle squadre impegnate in base alla effettiva necessità. Domani sarà interessata prioritariamente la viabilità principale.

Un impegno ulteriormente rafforzato, perché il ghiaccio e l’azione delle lame dei mezzi spazzaneve hanno aggravato lo stato delle strade con pavimentazioni già usurate e fessurate. Le parti di asfalto non perfettamente legate fra loro e alla fondazione stradale si staccano, creando delle buche anche ampie e profonde.

Intervento di Anthea non solo su infrastruttura stradale. È imputabile all’imperversare del maltempo la rottura di un contatore acqua (scuola elementare Rivabella), due rubinetti d’acqua esterni (Scuola elementare Lambruschini e campo sportivo Miramare), quattro rubinetti idranti dell’impianto anti-incendio (scuola elementare santa Giustina e Scuola media Panzini) e di una fontanina al cimitero di san Lorenzo Monte. Si registra anche il blocco per gelo dei rubinetti delle fontanine al cimitero centrale e di due contatori (asilo nido Aquilotto e nella scuola Pascoli di Bellaria).

Sul fronte del patrimonio verde, le squadre di Anthea sono in azione per rimuovere la legna tagliata dai Vigili del Fuoco durante la notte a seguito del crollo di un pino in via Covignano, angolo via del passero. Una quindicina gli interventi di rimozione di rami pendenti o spezzati, molti dei quali su strade del forese e provenienti da proprietà privata.