Rimini, La ragazza Carla e un film di Alberto Saibene

La poesia fuori di sèVenerdì 15 gennaio 2016, con ingresso libero, nella Biblioteca civica Gambalunga e Cineteca Comunale

RIMINI – Sotto la sigla di “Elio Pagliarani: la poesia fuori di sé”, venerdì 15 gennaio, la Cineteca comunale e la Biblioteca civica Gambalunga di Rimini, organizzano un doppio appuntamento dedicato al poeta di Viserba di Rimini.

L’occasione per tornare a riflettere sulla poesia di Pagliarani è offerta dalla proiezione, in prima regionale, de La ragazza Carla, il film che il regista Alberto Saibene ha tratto dall’omonimo romanzo in versi scritto dal poeta riminese a metà degli anni Cinquanta, uscito per la prima volta nel 1960 e oggi riconosciuto come uno dei classici della letteratura italiana del secondo Novecento.

La Carla del titolo, e di cui si racconta la storia, è una giovane ragazza della periferia milanese, orfana di padre, che viene assunta come dattilografa in una ditta commerciale. A seguito delle avances del titolare, Carla lascia il lavoro, ma, persuasa dalla madre, ritornerà sulla sua decisione.

La ragazza Carla, il poemetto, è insieme uno dei grandi ritratti della Milano agli albori del boom economico e una delle opere più esemplari di quella neoavanguardia letteraria che si raccolse nel gruppo ’63. Connotato da un lessico che intreccia il burocratese con quello colloquiale e gergale per aprirsi improvvisamente ad un’epica minimalista nello scenario della città metropolitana, il romanzo in versi di Pagliarani dà voce e vita ad un mondo di luoghi, sentimenti e realtà sociali da sempre estranei all’universo della poesia italiana, ed ora assunti nella pienezza della loro intensa, profonda umanità.

Ore 18.00. Biblioteca Gambalunga – Sale antiche

Della rottura operata da questa avanguardia, della partecipazione di Pagliarani a questa stagione e dei suoi legami con altri romagnoli che dimostrano una analoga tendenza, si discuterà a partire dalle ore 18 nelle sale antiche della Biblioteca Gambalunga di Rimini, con il poeta e scrittore Davide Brullo, con il critico e storico della letteratura Andrea Cortellessa e con lo scrittore e sociologo della letteratura Ennio Grassi. I loro interventi saranno preceduti da un saluto di Cetta Petrollo Pagliarani e dell’assessore Massimo Pulini e scanditi dalla lettura di alcuni versi da parte dell’attrice Carla Chiarelli.

Ore 21. Cineteca comunale

Alle 21, nella sala della Cineteca Comunale, il regista Alberto Saibene e l’attrice Carla Chiarelli converseranno con il musicologo Emilio Sala in coda alla proiezione del documentario La ragazza Carla. Sorpresa dell’ultima edizione del Milano film festival e nato dall’iniziativa di un gruppo di “milanesi del cinema”, il film si confronta con la forma poetica e con la forza della lingua dell’opera di Pagliarani, trovando il suo punto di equilibrio nell’uso di linguaggi diversi: il poema recitato da Carla Chiarelli, i contrappunti di Elio, i repertori filmati della Milano d’allora, i disegni di Gabriella Giandelli, le fotografie della Milano in bianco e nero prima dell’avvento della società dei consumi.