Rimini, Intervento per la messa in sicurezza di via Marecchiese

via marecchiese - rifunzionalizzazione rendering Lunedì 24 marzo inizieranno i lavori  di riqualificazione,  nel tratto compreso tra il Ponte sull’Ausa e la rotatoria all’incrocio con via Caduti di Marzabotto

RIMINI – Prende avvio lunedì 24 marzo il primo stralcio dell’intervento di riqualificazione di via Marecchiese, il primo degli assi stradali di penetrazione cittadini a essere riorganizzato per favorire l’accesso al centro storico in sicurezza da parte dell’utenza diversa da quella dei veicoli a motore.

Il progetto ha infatti come obiettivo prioritario quello di una maggiore sicurezza per tutti gli utenti della strada, ottenuto grazie alla razionalizzazione della circolazione e la specializzazione delle corsie delle diverse componenti della mobilità, unitamente alla nuova regolamentazione delle intersezioni e degli attraversamenti pedonali e ciclabili.

Un obiettivo di maggior sicurezza che sarà raggiunto in primo luogo con la riorganizzazione dell’attuale carreggiata stradale e dei marciapiedi per consentire la realizzazione di un percorso ciclabile protetto in sede propria o in corsia riservata su marciapiede. Un percorso che abbia come obiettivo anche il collegamento ciclabile con la parte urbana a monte della Statale 16.

Attualmente, infatti, via Marecchiese non è dotata di pista ciclabile e le biciclette sono costrette ad percorrere le corsie di marcia dei veicoli, fra automobili, camion e mezzi del trasporto pubblico, oppure ad utilizzare impropriamente i marciapiedi pedonali. Una situazione di promiscuità, lamentata in passato più volte dai residenti, dove i diversi attori della mobilità sono spesso obbligati a convivere senza separazioni, a scapito della sicurezza dei componenti più “deboli”, come pedoni e ciclisti.

Una necessità di accrescere il livello di sicurezza su uno degli assi di penetrazione verso il centro città che gli stessi dati statistici indicano come indifferibile, registrando nell’ultimo decennio, nel tratto riminese di via Marecchiese, ben 715 incidenti, 495 feriti e 7 decessi. Numeri che mettono dunque in evidenza la necessità di intervenire, riorganizzando e mettendo in sicurezza le diverse tipologie di mobilità.

Questa fase dell’intervento, che partirà lunedì, interesserà il tratto di via Marecchiese compreso fra via Martinini e la rotatoria di via Caduti di Marzabotto per concluderà entro metà maggio. In questa parte della via Marecchiese, la nuova pista ciclabile, bidirezionale, verrà realizzata su “corsia riservata”, ampliando il marciapiede esistente che si trova sul lato del Villaggio Azzurro. Il cantiere è stato organizzato per piccoli tratti inferiori ai cento metri così da ridurre i disagi alla circolazione.

La nuova pista ciclabile savia marecchiese - rifunzionalizzazione rendering 02rà sempre pavimentata con asfalto colorato rosso per una sua maggior visibilità. Il percorso pedonale sarà separato da quello ciclabile da un cordolo a raso e da riga continua, mentre le due corsie ciclabili saranno divise da una riga discontinua con i simboli della bicicletta ad indicare il senso di marcia. Dove la pista ciclabile sarà in sede propria, con cordolo spartitraffico invalicabile, è prevista l’asportazione dell’esistente pavimentazione stradale in asfalto mediante fresatura e la posa del nuovo conglomerato bituminoso colorato rosso. La pista ciclabile sarà protetta e separata dalla corsia di marcia dei veicoli da un cordolo in gomma riciclata della larghezza di 50 cm.. Analogamente alla pista ciclabile su marciapiede, le due corsie saranno divise da una riga discontinua con i simboli della bicicletta ad indicare il senso di marcia.

Il tratto della via Marecchiese interessato dalla costruzione della nuova pista ciclabile verrà interamente riasfaltato, previa fresatura della pavimentazione esistente. La rifunzionalizzazione della carreggiata stradale comporterà anche la riorganizzazione delle fermate del trasporto pubblico, ricollocate in punti più idonei e adeguati alla nuova riorganizzazione della mobilità. Infine verranno messi in sicurezza due attraversamenti ciclopedonali, uno in corrispondenza della rotatoria (lato monte) di via Caduti di Marzabotto, che verrà rialzato di 7 cm., e l’altro all’inizio di viale Valturio, che resterà invece a raso.

L’intervento complessivo relativo a via Marecchiese prevede a regime la realizzazione di 1,2 chilometri di nuova pista ciclabile fino a via Valturio, con il secondo step previsto nei mesi successivi. Questo lavoro si inserisce all’interno del più generale piano di sviluppo della mobilità sostenibile, finalizzato all’incentivazione dell’uso delle biciclette. Per favorirne l’utilizzo, specie negli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola, l’Amministrazione comunale ha da tempo deciso di sviluppare la progettazione e la realizzazione di nuove piste ciclabili, ponendo al centro di questo programma, parte prioritaria tra obiettivi del Masterplan Strategico, l’Anello Verde, la circonvallazione totalmente ciclabile che abbraccia e unisce la città e connette il Centro storico alle parti della città più esterne.

Oltre a quella sulla via Marecchiese in partenza, è in stato avanzato di realizzazione la pista ciclabile lungo il porto canale da piazzale Boscovich a via Matteotti, primo stralcio della lunghezza di un chilometro e mezzo dell’intervento generale denominato Anello Verde, il cui il completamento è previsto con un costo totale su tre annualità di 1.600.000 euro nel 2017. Tutti interventi che, insieme ad altri 12 ai nastri di partenza, contribuiranno a incrementare entro l’anno di oltre 10 chilometri la rete ciclabile cittadina portandola a 103.421 metri (erano 71 km nel 2011, 93 a fine 2015).