Rimini, consegnato cantiere per nuova scuola materna XX settembre

scuola XX settembreIl nuovo plesso sarà pronto in primavera. Interventi per 150mila euro alla scuola media Di Duccio

RIMINI – Edilizia scolastica:  sono stati consegnati il lavori di costruzione della nuova scuola materna XX Settembre, progetto approvato dalla giunta comunale che prevede la realizzazione di uno spazio destinato ad ospitare tre sezioni di scuola dell’infanzia, a pochi passi dalla scuola elementare.

L’intervento – su cui il Comune investirà 1,5 milioni di euro – è stato affidato all’impresa anconetana Subissati srl, che come da crono programma ieri ha iniziato a predisporre le attività di cantiere. I lavori entreranno poi nel vivo ad inizio gennaio e dovrebbero concludersi entro la primavera e comunque in modo tale da essere pronta, definita e totalmente funzionale per l’inizio del prossimo anno scolastico. Durante l’estate infatti sono stati programmati altri interventi complementari ma non secondari, come ovvero la sistemazione del giardino, delle aree di pertinenza e della viabilità a servizio della scuola e la sistemazione degli spazi che ospiteranno la direzione didattica dell’istituto comprensivo XX Settembre.

Il progetto

La nuova scuola materna sorgerà su un’area pubblica compresa tra Via Sartoni, Via Masaniello, Via Balilla e Via Arnaldo da Brescia, confinante con il palazzetto dello sport e l’attuale piscina comunale. Così come per la nuova scuola del Villaggio I Maggio, anche per questo nuovo plesso l’obiettivo fissato dall’Amministrazione Comunale è quello di realizzare un edificio capace di inserirsi al meglio nel tessuto urbano e allo stesso tempo che diventi un luogo di incontro per la comunità.edilizia scolastica Rimini

I progettisti hanno studiato una scuola che avesse come caratteristiche la massima fruibilità e flessibilità degli spazi, l’integrazione tra spazi interni e ambiente esterno, oltre ad un uso delle ultime tecnologie per la sostenibilità ambientale ed economica. ll nuovo edificio si strutturerà in cinque volumi distinti: tre dedicati all’attività didattica (sezioni), uno dedicato agli spazi accessori all’attività didattica (sala insegnanti, deposito materiali scolastici, servizi igienici, spogliatoio…) e ultimo un volume centrale che ospiterà tutte le attività comuni. Questo padiglione sarà a pianta ellittica ed è stata concepito per essere una grande lanterna capace di illuminare la Piazza-Agorà attirando la luce naturale durante il giorno, e restituendo luce artificiale nelle ore più buie. Lo spazio centrale del plesso sarà in diretta comunicazione con il giardino, mentre le grandi vetrate permetteranno una percezione di spazi maggiori, oltre ad apportare un contributo importante in termini di illuminazione e calore naturale, il cui effetto sarà massimizzato e regolato da un sistema di schermatura solare. La struttura dell’edificio è in legno lamellare “Platform Frame”, soluzione che garantirà il risparmio sui costi di mantenimento, di gestione e di manutenzione ponendo particolare attenzione alla qualità dei materiali e all’efficienza energetica, oltre che consentire tempi minori di realizzazione dell’opera.

Interventi per 150 mila euro alla scuola media “Di Duccio”

Riqualificazione della centrale termica, interventi di manutenzione e relativi adeguamenti dei piani di sicurezza per un totale di più di 150 mila euro. Queste le risorse approvate dalla Giunta per una serie di corposi interventi alla scuola media “Di Duccio”. Nello specifico i lavori prevedono la realizzazione di interventi di riqualificazione agli impianti elettrici e meccanici della centrale termica a servizio della scuola, con sostituzione di caldaie con quelle di ultima generazione, collettori e tubazioni,oltre ad alcuni interventi edili tra i quali la sistemazione della “serra” esterna. I lavori saranno assegnati entro la fine dell’anno per poter usufruire dei finanziamenti della Regione Emilia Romagna, e saranno svolti da Anthea s.r.l., trattandosi di una riqualificazione edile e tecnologica di immobile di proprietà comunale.

“Con l’avvio del cantiere alla scuola XX settembre – è il commento di Gloria Lisi, Vicesindaco con delega ai servizi educativi del Comune di Rimini – non andiamo solo ad implementare in maniera importante l’offerta di servizi per l’infanzia, con ulteriori 28 posti in un complesso scolastico moderno, integrato e all’avanguardia. Vogliamo anche ribadire un concetto per noi centrale, spostando progressivamente le risorse del bilancio su ambiti per noi centrale del vivere comunitario come l’educazione, la scuola, la formazione. Si tratta di un intervento che nell’anno prossimo ci permetterà di abbattere ulteriormente le liste di attesa nelle scuole per l’infanzia che, in cinque anni, è passata dall’8,2% del 2010 al 3,5% del 2015. In questa direzione si innesta anche l’importante lavoro alla scuola media ‘Di Duccio’ che si doterà di una nuova centrale termica che permetterà un migliore servizio e risparmi energetici, oltre che alcuni piccoli ma importanti lavori di manutenzione e abbellimento. Sottolineo ancora una volta l’utilizzo di tecniche di costruzioni e soluzioni architettoniche altamente innovative, con un utilizzo degli spazi e un inserimento nel contesto urbano che fa delle nuove scuole riminesi il centro di relazioni sociali più fitte e di un netto miglioramento dell’impatto estetico complessivo”.