Rimini, al via il corso di autodifesa per le donne

corso autodifesa a RiminiCinquanta le donne presenti ieri alla prima serata dell’evento organizzato da Comune di Rimini, Carabinieri e Polizia

RIMINI – Sono 50 le donne che hanno partecipato ieri sera alla prima serata del corso di autodifesa gratuito organizzato dal Comune di Rimini in collaborazione con L’Associazione Rompi il silenzio, l’Arma dei Carabinieri, la Polizia di Stato e la Polizia Municipale di Rimini. Ad accogliere le partecipanti sono stati il Vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini, Gloria Lisi, il Capitano dei Carabinieri Ferruccio Nardacci e l’Ispettore Maurizio Garutti della Polizia Municipale.

Il corso, dopo la prima lezione teorica tenuta dall’operatrice dell’Associazione antiviolenza Rompi il silenzio, Claudia Rinaldi, proseguirà ogni mercoledì con le lezioni tecniche degli istruttori Maurizio Solda’, Agente scelto della Polizia Municipale, Massimiliano Severi, Ispettore della Polizia Stradale e Andrea De Cesaris, Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri.

“Alle donne presenti al corso – spiega Gloria Lisi, Vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – ho ricordato come una maggiore consapevolezza del nostro corpo sia il presupposto per una maggiore autostima e, di conseguenza, maggiore libertà individuale. Sono questi i motivi che rendono ancora oggi, nel 2016, importante un corso di autodifesa. Ho raccontato anche la mia esperienza personale; da figlia unica non ho potuto frequentare, come mi sarebbe piaciuto, un corso di danza o pattinaggio, ma sono stata iscritta a judo. Nonostante l’iniziale diffidenza ho poi scoperto, praticandolo per diversi anni, i vantaggi anche sociali di una maggiore consapevolezza nel proprio corpo. Grazie a questa pratica ho potuto vivere alcune tappe ed esperienze della mia vita con maggiore forza e sicurezza. È ciò che mi auguro possano contribuire a fare queste lezioni che, insieme alle forze dell’ordine – che ringrazio – abbiamo organizzato nell’ambito delle tante iniziative contro la violenza sulle donne che stiamo portando avanti congiuntamente sul territorio riminese”.