Emilia Romagna News 24

Rimini, 8 marzo Festa della donna

Il Comune premia sei “Imprenditrici di successo”

RIMINI – Si è svolto questa mattina presso la sala della Giunta comunale, in occasione della festa della donna, la XIV premiazione delle sei “Imprenditrici di successo” indicate da CNA e Confartigianato.

Per l’anno 2016 si è scelto di sottolineare la creatività dell’ impresa (“Donne, il piacere di creare. Quando la passione diventa impresa”): questo perché il tratto di originalità ed innovazione è un elemento che spesso caratterizza l’ imprenditorialità femminile, oggi più che mai importante in un contesto di crisi.

Infatti è importante ricordare anche che al 2015, in Emilia-Romagna, le imprese al femminile sono il 20,6% del totale, addirittura con un leggero incremento rispetto al 2014 (dati Unioncamere).

Le premiate sono: Cinzia Arduini, Marinella Canarezza, Paola Chiarini, Cristina Filippi, Tamara Fiorini, Carolina Zamprogno (moda, artigianato e manifattura).

“Queste storie d’impresa – ha detto il Vicesindaco Gloria Lisi consegnando i riconoscimenti alle sei imprenditrici – ci raccontano di una realtà economica vitale, vivace, e ci confermano che la donna è stata ed è sempre al centro dell’economia riminese grazie alla determinazione e alla capacità di coniugare solidità e novità. Un’attività e una presenza capace d’arricchire l’intero tessuto sociale dell’intera collettività riminese.”

Sono 77.058 le donne residenti nel Comune di Rimini, che superano di ben 6.369 unità i maschi. Un numero preponderante che nel rapporto coi maschi le pone al 92,4%, ovvero che ogni 100 femmine residenti vi sono 92 maschi su una popolazione totale di 147.747 residenti alla fine dello scorso anno.

Numeri che affermano una netta preponderanza del genere femminile nella città confermata in tutti i raffronti anagrafici, compreso quello degli ultracentenari che, guidati dalla signora Maria, nata a Rimini nel 1907, su 60 ultracentenari annoverano ben 54 femmine.

8 marzo: il Comune rinnova la convenzione col Centro antiviolenza Rompi il Silenzio

Nella giornata dedicata alla donna, inoltre, il Comune di Rimini ha rinnovato con il Centro antiviolenza Rompi il Silenzio la convenzione gratuita per lo sportello antiviolenza e per quelli di sostegno legale e psicologico. Sportelli presso la Casa delle donne che, nel solo 2015, hanno registrato ben 358 accessi di donne in cerca sostegno. Ed è proprio per l’attività svolta a favore delle vittime di violenza che l’associazione è stata insignita nel 2015 del Sigismondo d’Oro, la massima onorificenza cittadina.

“Grazie ancora – ha ribadito il Vicesindaco Lisi – alle volontarie dell’associazione, perché con un lavoro delicato, solido e prezioso, ci consentono di far fronte ad un fenomeno che rimane emergenza anche nel nostro paese. Il lavoro di miglioramento della rete territoriale con gli altri enti, la Magistratura e le Forze dell’ordine continua per garantire una risposta rapida e sempre efficace”.