A Riccione terzo appuntamento con Impariamo l’Inglese al Cinema

Woman in goldIl Cinepalace proietterà ‘Woman in Gold’

RICCIONE (RN) – Il Cinepalace di Riccione in collaborazione con l’Istituzione Riccione per la Cultura presentano il terzo appuntamento della Rassegna ‘Impariamo l’Inglese al Cinema’ che sabato 23 gennaio alle ore 16:30 prevede la proiezione del film in lingua originale e sottotitolato ‘Woman in Gold’ di Simon Curtis. Un tributo, seppure oltre la data dedicata in calendario, al Giorno della Memoria.

La rassegna ha l’intento di avvicinare il pubblico, in modo ludico e piacevole, all’apprendimento della lingua inglese offrendo una selezione di film in lingua originale sul grande schermo. Il film, tratto da una storia vera, è interessante, delicato e si avvale di due tra i migliori attori emergenti del cinema mondiale.

Maria Altmann è una donna ebrea fuggita da Vienna poco dopo l’arrivo dei nazisti che, nel saccheggio della sua abitazione, trafugarono anche il prezioso quadro di Gustav Klimt, la Donna in Oro, in seguito restituito al governo Austriaco. Cinquanta anni dopo la coraggiosa donna decide di sfidare le autorità Austriache con l’aiuto di un giovane avvocato per chiedere che le venga restituito ciò che era suo.

La Shoah e il delirio nazista non si è concluso nei campi di sterminio, perché una volta normalizzatasi la situazione, il diritto di proprietà alle opere d’arte dei legittimi proprietari divenne un’eventualità. Infatti, i furti perpetrati dai nazisti negli anni ‘40 hanno disperso gran parte dei capolavori dell’arte tra i parenti dei ladri e le grandi gallerie d’arte. E così il ritratto di Adele Bloch Bauer, la zia di Maria Altman, di Gustav Klimt è conservato al museo Belvedere di Vienna.

Maria, interpretata da Helen Mirren, vive negli Stati Uniti e non è mai tornata a Vienna, ma in occasione della morte della sorella decise di rivendicare il diritto alla restituzione del dipinto; affidandosi al giovanissimo avvocato, nel film interpretato da Ryan Reynolds, per richiedere il diritto di proprietà al dipinto. E così il processo si sovrappone ai ricordi di Maria che offre al pubblico la visione delle angherie dei nazisti vissute da una ricca famiglia austriaca.

La proiezione è aperta a tutti, il costo del biglietto è di 4 euro.