Regolazione dei servizi idrico e rifiuti: il caso Emilia Romagna

Università BolognaVenerdì 20 maggio 2016 nell’Aula C – Via Belmeloro 14 – Università di Bologna saranno presentati pubblicamente i risultati ottenuti

BOLOGNA – Venerdì 20 maggio 2016 alle ore 10.30 nell’Aula C – Via Belmeloro 14 – Università di Bologna, dopo un anno dalla convenzione, l’Alma Mater e l’Agenzia della Regione Emilia Romagna presentano pubblicamente i risultati ottenuti nell’ambito del progetto sulla regolazione dei servizi idrico e rifiuti

I servizi idrico e rifiuti svolgono funzioni fondamentali per i cittadini dal punto di vista sociale, economico e ambientale. La corretta regolazione dei servizi intercetta i temi sociali ed economici ed è un indicatore della qualità di una comunità.

Da queste premesse è nata l’idea di costituire un gruppo di lavoro congiunto tra ATERSIR, l’agenzia che si occupa della regolazione e di organizzazione territoriale dei servizi idrico integrato e rifiuti, e dai ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione (DEI), del Dipartimento di Scienze Giuridiche (DSG), del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM), del Dipartimento di Scienze Economiche (DSE) e del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari (DISTAL) dell’Università di Bologna.

Maggiori informazioni: http://www.magazine.unibo.it/archivio/2016/05/18/servizi-idrico-e-rifiuti-i-primi-risultati-unibo-e-atersir