Regione: Formazione. Spettacolo dal vivo, cinema e audiovisivo, la Regione investe oltre 3 milioni di euro per qualificare specialisti del settore

L’assessore Patrizio Bianchi: “Un intervento importante per formare figure professionali e rafforzare le realtà del settore in regione. La produzione culturale e creativa è un vero e proprio comparto produttivo in Emilia-Romagna”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA  – Oltre 3 milioni di euro per innalzare le competenze di chi lavora o intende lavorare nell’industria cinematografica e audiovisiva e nel sistema regionale dello spettacolo dal vivo.

Obiettivo è contribuire alla crescita di questi comparti in tutto il territorio dell’Emilia-Romagna.

La Giunta regionale ha approvato i corsi proposti dagli enti di formazione accreditati, con l’obiettivo di rafforzare e innovare le produzioni artistiche presenti nella nostra regione, diversificare l’offerta culturale e offrire maggiori possibilità di occupazione alle persone interessate a lavorare in questo ambito, riducendo il divario tra le competenze possedute e quelle richieste per esercitare professionalmente nel settore.

“La produzione culturale e creativa è un vero e proprio comparto produttivo in Emilia-Romagna- ha detto l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro, Patrizio Bianchi- I percorsi approvati costituiscono un insieme di proposte formative coerente con le specializzazioni e le complementarietà che il territorio esprime nei diversi ambiti. Un intervento importante per qualificare le figure professionali e rafforzare le realtà di produzione regionale”.

Per quanto riguarda lo spettacolo dal vivo, con 2 milioni di euro di risorse del Fondo sociale europeo sono stati finanziati 3 i tipi di interventi formativi: percorsi di formazione (240-600 ore) progettati con riferimento al Sistema regionale delle qualifiche nell’ambito “Produzione artistica dello spettacolo”, percorsi di formazione permanente (50-150 ore) per persone già in possesso di conoscenze in quell’area professionale e che abbiano necessità di nuove competenze tecniche, percorsi di alta formazione (300-1.000 ore) per acquisire alte competenze specialistiche. Complessivamente i corsi potranno essere frequentati da 329 persone.

Tra i percorsi di alta formazione in quest’ambito, solo per fare qualche esempio, si va dall’approfondire la scrittura teatrale e pratica performativa per attori-autori del teatro ragazzi al perfezionamento ed avviamento professionale per cantanti lirici. Mentre nei corsi da 240-600 ore si può acquisire la qualifica di costumista, di project manager di eventi/spettacoli dal vivo o di tecnico del suono.

La formazione nell’ambito del cinema e dell’audiovisivo è finanziata con 1 milione e 200 mila euro di risorse per percorsi di formazione permanente (35/70 ore) per la valorizzazione delle competenze tecnico professionali necessarie per la permanenza nel mercato del lavoro e per la mobilità professionale e per percorsi di alta formazione (300/1.000 ore) a sostegno dei processi di innovazione e qualificazione del settore del cinema e dell’audiovisivo regionale. I corsi potranno essere fruiti complessivamente da 340 persone.

Tra i percorsi di alta formazione si potrà seguire ad esempio quello per video producer per social media e marketing nelle industrie culturali e creative, per diventare traduttore audiovisivo e sottotitolatore o il corso di stop motion per la creazione di un cortometraggio d’animazione.