Modena, da Regina Elena 1.500 uova di Pasqua per anziani e bambini

Giovedì 17 marzo la consegna al sindaco Muzzarelli delle 230 uova di cioccolato destinate alle strutture di Modena. Le restanti consegnate ai Comuni della montagna

MODENA – Sono 1.500 le uova di cioccolato che per Pasqua saranno distribuite agli anziani e ai bambini accolti nelle strutture comunali di Modena e dei Comuni montani grazie all’iniziativa dell’Associazione Internazionale Regina Elena onlus.

Giovedì 17 marzo i rappresentanti dell’associazione, presieduta dal piemontese Ilario Bortolan, hanno incontrato in piazza Grande il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli per consegnare le 230 uova di Pasqua che saranno distribuite in città nelle strutture che ospitano anziani e bambini.

Alla consegna hanno partecipato anche il sindaco di Palagano Fabio Braglia e rappresentanti dei sindaci di Fiorano, Formigine, Polinago e Sassuolo; dirigenti della onlus provenienti da diverse regioni, il parroco di Casinalbo don Fabio Bellentani, che ha benedetto le uova, e una rappresentanza degli ospiti della casa protetta Vignolese.

A Modena le uova saranno distribuite agli ospiti della casa protetta Vignolese, del Patronato Figli del popolo di via Rua Muro, corso Canalgrande e via San Paolo, dei centri per disabili di via Pisano, via Internati militari e via Campi. Oltre alle uova di Pasqua sono stati consegnati colombe e viveri. Inoltre, un camion partirà per Torino il 19 marzo e per Rimini il 22 marzo con doni pasquali, giocattoli, viveri, vestiario e aiuti umanitari.

La consegna dei panettoni e dei pandori per Natale e dei uova e colombe per Pasqua, da parte dell’associazione internazionale Regina Elena è diventata una tradizione che a Modena si ripete da quindici anni. L’associazione, che ha festeggiato quest’anno trent’anni di attività, opera in 56 paesi occupandosi di beneficenza e promuovendo l’educazione, la cultura, la tutela dell’ambiente e del patrimonio e la pace.