Reggio Emilia: In attesa del Giro d’Italia domani La Rossa

Domenica 14 maggio in programma cicloturistica d’epoca attraverso i luoghi del socialismo reggiano e del solidarismo cattolico. Partenza da via IV novembre ore 9. Piero Nissim, accompagnato da Francesco Guarneri, rende omaggio a Gino Bartali, grande campione nello sport e nella vita e a Giorgio Nissim, indefesso animatore in Toscana della rete DELASEM

LA ROSSA 20172REGGIO EMILIA – Reggio Emilia si prepara a ospitare il Giro d’Italia con un calendario di eventi promossi dal Comitato di Tappa locale di cui fanno parte Comune di Reggio e Fondazione per lo sport. Tra le diverse proposte di attività per gli amanti delle due ruote domenica 14 maggio è in programma la prima edizione de La Rossa, cicloturistica d’epoca attraverso i luoghi del socialismo reggiano e del solidarismo cattolico.

I preparativi e le iscrizioni (via IV novembre 8/A), si svolgono la mattina stessa dalle ore 7 alle 8, mentre alle ore 9 è fissata la partenza. Dedicata alle bici da corsa d’epoca, La Rossa ammette anche biciclette con telai nuovi,

La Rossa percorre i luoghi della memoria legati alla storia delle prime aggregazioni politiche e sindacali, dei sodalizi cooperativi, delle prime forme organizzate del socialismo padano e del solidarismo cattolico, fatto di camere del lavoro, case del popolo, sedi di gruppi organizzati, dimore storiche delle figure illustri delle organizzazioni, che hanno scandito e caratterizzato la vita politica, economica e sociale delle popolazioni della nostra provincia nel lungo e travagliato processo che ha contemplato il protagonismo vivace e creativo delle classi subalterne fino agli esiti democratici del secondo dopoguerra.

Due sono i percorsi: uno di 60 kilometri ed un percorso breve di 15 kilometri. I ciclisti hanno a disposizione il “road-book”. La planimetria dei percorsi inoltre è scaricabile dal sito www.larossa.bike. Sono previsti punti ristoro a Massenzatico, a Santa Maria della Fossa e a Santa Vittoria. Sono luoghi carichi di storia: a Massenzatico è posta la prima Casa del Popolo, inaugurata dalla Società Artigiana Cooperativa di Villa Massenzatico il 9 settembre 1893 alla presenza di alcuni tra i maggiori dirigenti del movimento socialista italiano ed europeo. A Santa Vittoria ( Gualtieri) si trova Palazzo Greppi, già sede di una delle più importanti esperienze del movimento cooperativo. In questo villaggio rurale si tentò l’applicazione del progetto riformista di Camillo Prampolini e la pianificazione della “cooperazione integrale” di Antonio Vergnanini. A Santa Maria della Fossa è presente l’impianto di sollevamento irriguo della Bonifica dell’Emilia Centrale.

1499_Gino_BartaliLa Rossa è anche l’occasione per un omaggio a Gino Bartali, grande campione nello sport e nella vita e a Giorgio Nissim antifascista. Alle ore 11.00 Piero Nissim, accompagnato da Francesco Guarneri, intonerà “Canti di memoria e di speranza” dedicati al ricordo di due grandi uomini: il padre Giorgio, ebreo pisano, indefesso animatore in Toscana della rete DELASEM, acronimo di Delegazione per l’Assistenza degli Emigranti Ebrei, e Bartali che si era messo in contatto con questa rete, tanto che con i suoi pedali riuscì a salvare in Toscana più di 800 ebrei, nascondendo nella canna della bicicletta documenti falsi da consegnare alle famiglie rifugiate per aiutarle a scappare dall’ Italia.

Segue alle ore 13.00 la tradizionale spaghettata (5 euro) per i ciclisti a cura di Bar Locomotore e Magiko. La premiazione dei modelli di biciclette di pregio costruite prima del 1987 è in programma alle 15.00. E per tutta la giornata dalle 9.30 alle 15.30 mostra mercato di biciclette, trattori, mezzi meccanici e accessori d’epoca.

La partecipazione è gratuita.
INFO http://eventi.comune.re.it https://www.larossa.bike/
Instagram cicloturisticalarossa – facebook www.facebook.com/la rossacicloturistica – twitter www.twitter.com/@cicloLaRossa

LA ROSSA è organizzata dal Comune di Reggio Emilia nell’ambito della rassegna Fuori Binario, curata da Vitaliano Biondi di ARVALES FRATRES con Fabrizio Bottazzi, Armando Nocco e il Circolo Arci Cucine del Popolo con la collaborazione della Regione Emilia-Romagna, di Emil Banca Credito cooperativo e del Comitato di via IV Novembre. La corsa vede la partecipazione ed il supporto inoltre del Comune di Gualtieri, del Consorzio di Bonifica dell’Emilia centrale, di A.M.A.C, C.A.M.E.R e Tuttinbici.