R-Nord dal 15 settembre più parcheggi e “nuova” galleria

Verso la fine i lavori di riqualificazione dell’edificio, che avrà una nuova facciata su via Canaletto. Per l’inaugurazione una festa con tutte le attività

comune di Modena logoMODENA – I nuovi interventi di recupero e le nuove funzioni del complesso dell’R-Nord a Modena verranno presentati pubblicamente giovedì 15 settembre con una vera e propria festa che si svolgerà a partire dalle ore 15 e che coinvolgerà anche le diverse attività inserite negli ultimi anni nell’edificio di via Canaletto (da ForModena al Fab-Lab, fino al centro danza La Fenice) nell’ambito del progetto di riqualificazione urbanistica e sociale promosso dal Comune di Modena e realizzato con la società di trasformazione urbana Cambiamo. I lavori che si sono svolti nel corso dell’estate e sono in fase di conclusione consentiranno di avere più parcheggi, di riqualificare la Galleria pubblica e l’impiantistica (compresa la videosorveglianza), così come una parte della facciata.

All’inaugurazione sono previsti gli interventi del sindaco Gian Carlo Muzzarelli, del nuovo prefetto Patrizia Paba e di Mirco Dondi, vicepresidente Politiche sociali e relazioni territoriali di Coop Alleanza 3.0. L’intervento, dal valore complessivo di oltre un milione di euro, infatti, è stato realizzato dal Comune con il contributo di Coop Alleanza 3.0 che, sulla base di un protocollo d’intesa siglato a inizio 2016, è intervenuta direttamente con lavori per 670 mila euro in aree di utilizzo pubblico e ha contribuito con 55 mila euro alle opere pubbliche. Coop, inoltre, ha riqualificato anche i propri spazi commerciali e ha realizzato, sempre a proprie spese, un punto di ristoro e una parafarmacia.

Al taglio del nastro è prevista la benedizione dell’arcivescovo di Modena Erio Castellucci. Tra le 15.30 e le 20 sono in programma esibizioni artistiche e visite guidate ai nuovi servizi e al museo-laboratorio “Quale percussione?”. Il Fab-Lab propone un workshop. Uno spazio bimbi sarà curato dai volontari della Croce rossa italiana e della cooperativa sociale Gulliver.